Torino, ufficiale la firma di Antonio Iannuzzi

antonio iannuzzi, capo d'orlando, 2017-01-22

Il primo nome nuovo nel roster 2017/18 della Fiat Torino è quello di Antonio Iannuzzi, avellinese classe 1991 proveniente dall’Orlandina Basket. Può ricoprire sia il ruolo di centro che di ala grande ed abbina alla fisicità (208 cm x 109 chilogrammi) una notevole capacità dinamica: “Sono soddisfatto di aver concluso la trattativa ed aver perfezionato il contratto in tempi brevi, a riprova della forte motivazione del giocatore e della nostra determinazione – dichiara il vicepresidente esecutivo Francesco Forni -. L’ingaggio di Antonio Iannuzzi rappresenta il primo innesto della nuova stagione in un roster già caratterizzato da una forte presenza italiana. Siamo convinti che grazie alle sue doti tecniche e caratteriali Antonio sarà utile al raggiungimento dei nostri obiettivi sportivi e si farà apprezzare dal pubblico torinese”.

Antonio Iannuzzi ha mosso i primi passi nel settore giovanile della Scandone Avellino, ma è maturato nel vivaio della Mens Sana Siena. L’esordio in A dilettanti è avvenuto a 19 anni con la maglia di Ferentino; l’anno seguente ha conquistato la promozione in LegaDue da protagonista con i ciociari (45 gare a 9 punti e 7 rimbalzi di media). Poi ha giocato due stagioni a Matera, 2012/13 e 2013/14, partendo in quintetto e chiudendo oltre la doppia cifra di punti realizzati in media e sfiorando la costante doppia doppia (rispettivamente nella prima 14.2 e 7.6 e nella seconda 12.6 e 7.3). Nel 2014/15 è arrivata la consacrazione a Omegna in A2 Silver dove ha brillato e vinto diverse volte il riconoscimento di “Migliore del mese” della LNP grazie ai 18 punti, 7 rimbalzi e 1.3 assist di media con cui ha chiuso l’annata. Positiva anche la stagione 2015/16 ancora in A2 in Piemonte, sempre con la Fulgor, con un bilancio personale di 13.7 punti, 7 rimbalzi e 2.3 assist di media in 28 gare. Nell’ultimo anno ha vestito in serie A in colori dell’Orlandina Basket. Ha chiuso con 30 partite giocate in regular season ed una media di 8.5 punti a match, 21.3 minuti d’impiego, 4 rimbalzi e 51,3 % da due. Ora è pronto per le nuove sfide con i colori gialloblù.