Torino batte Sassari e si prepara al meglio per il ritorno in Europa

FIAT AUXILIUM TORINO VS BANCO DI SARDEGA SASSARI / CAMPIONATO BASKET SERIE A

 

Esordio casalingo vittorioso per la Fiat Torino: Sassari lotta ma non basta per frenare il trio delle meraviglie Garrett-Patterson-Vujacic che è sembrato già essere diventato l’asse portante della squadra piemontese. La Dinamo non ha saputo nel quarto quarto trovare il guizzo per riaprire definitivamente i giochi nonostante un Polonara da 23 punti.

Chi pensava che le squadre avrebbero preferito giocare a ritmi alti, si sbagliava perché almeno all’inizio le squadre cercano i propri lunghi in area e colui che risponde meglio è Mbakwe. L’ex Roma non subisce l’Mvp della prima giornata Shawn Jones e tramuta in punti gli assist di Garrett (8 al 15’) ricucendo così la migliore partenza di Sassari, firmata Randolph.

Garrett però non solo mette in ritmo i compagni ma si dimostra scorer: la sua bomba viene imitata da Vujacic e da Patterson che sale in cattedra e propizia il controparziale che obbliga al time out Pasquini.

La Dinamo si schiera a zona e ciò fa perdere fluidità all’attacco della Fiat, che però è scossa dall’inizio prepotente di Jones che segna 11 punti consecutivi nei primi due minuti del secondo quarto. Così Torino passa dal 25-19 del 10’ al 36-21 e sembra aver il controllo del match: non è però realtà perchè non appena le percentuali al tiro scendono, la rimonta è servita.

Il parziale di 20-4 è guidato dal duo Stipcevic-Spissu e da Polonara, spietato dai 6.75: l’ex Virtus firma dalla lunetta il pareggio e poi il sorpasso sul 41-40 a 53’’ dalla fine.

Lo spartito del match cambia profondamente nel secondo tempo: le difese crescono e gli attacchi devono trovare nuove soluzioni. Sassari le trova nei suoi lunghi, Polonara e Planinic che realizzano 2+1 da rimbalzo in sequenza, facendo patire le pene dell’inferno a Mbakwe, lasciato troppo solo.

Torino invece si affida a Vujacic-Patterson-Garrett: Sassari ha un momento di sbandamento e il trio sfrutta le proprie potenzialità in contropiede per dare di nuovo un vantaggio rilevante alla Fiat (64-59). Stipcevic con due triple però mantiene la dinamo a galla (70-66 al 30’).

Le palle perse (7 nel terzo periodo) continuano così come continua a segnare da tre Torino con Patterson e Vujacic (77-68 al 32’). Randolph si desta dal suo oblio che durava dal secondo periodo e Banforth con due canestri di pregio suona la carica (81-75), Jones sempre da rimbalzo offensivo sigla l‘81-77, Iannuzzi consente a Torino di entrare nel rush finale con un discreto vantaggio. La seconda schiacciata di Polonara in solitaria potrebbe rappresentare la scossa per la Dinamo ma Patterson trova due punti pesantissimi di puro talento. Polonara scollina oltre i venti punti per l’85-81 a 100’’ dal termine ma Torino è abile nel guadagnare falli e convertirli, anche con Mbakwe (16 liberi tentati nel solo quarto quarto) e ciò impedisce a Sassari di ritornare in partita. Andre jones la chiude sul 97-92.

MVP Basketitaly Lamar Patterson: le sue giocate hanno caratterizzato i migliori momenti della Fiat. E sicuramente non un è stato caso.

Torino-Sassari 97-92

Torino: Washington 3, Okeke, Jones 18, Mazzola 2, Mbakwe 13, Iannuzzi 5, Garrett 13, Parente ne, Vujacic 21, Poeta, Stephens 2, Patterson 20. Coach:Banchi

Sassari:Spissu13 Galizzi ne, Bamforth 10, Planinic 5, Devecchi, Randolph 14, Pierre 4, Jones 9, Stipcevic 14, Polonara 23, picarelli ne, Tavernari ne. Coach:Pasquini

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *