Supercoppa 2018 – I padroni di casa di Brescia ospitano l’Olimpia Milano

Moss Brescia
David Moss al tiro contro l’Olimpia Milano

Sta finalmente per prendere il via la stagione 2018/19, con la Supercoppa Zurich Connect che inizierà stasera e assegnerà il primo trofeo stagionale domani alle 18.00 con la finale. La cornice della sfida sarà il rinnovato PalaLeonessa, finalmente un palazzetto nuovo per una società ambiziosa della Serie A e l’inaugurazione sarà delle migliori, contro i campioni d’Italia dell’Olimpia Milano. Palla a due alle 20.45 con diretta su Eurosport 2 e Eurosport Player.

Qui Brescia – La Supercoppa per regalare una prima gioia ai propri tifosi

Dopo la bella stagione dello scorso anno, la Germani Basket Brescia ha spostato ancora più in alto le proprie ambizioni. La squadra di Diana ha confermato solo Sacchetti, Luca Vitali (il fratello è volato in Spagna) e David Moss, aggiungendo, però, dei giocatori molto interessanti. La prima sfida metterà di fronte proprio uno di questi, Abass, con il suo passato recente: l’ex Milano sarà decisivo per garantire alla Leonessa quella fisicità necessaria a competere in Europa. L’arrivo più intrigante, tuttavia, è quello di Jordan Hamilton che porta a Brescia una discreta esperienza NBA, dopo aver già assaggiato l’Europa nelle scorse stagioni (Turchia, Israele). La coppia di lunghi Mika-Beverly sembra ben assortita e in grado di offrire soluzioni diverse all’attacco di coach Diana.

Qui Milano – Confermarsi favorita nonostante qualche dubbio di roster

Il pre-campionato di Milano è stato molto convincente, con un solo grande giro a vuoto a Sassari, ampiamente giustificabile dalla finestra FIBA per le Nazionali. Mike James è già il leader indiscusso della squadra e dalla sua intesa con Nedovic passeranno molto dei destini della squadra. Gli innesti di Brooks, Burns e Della Valle offrono un pacchetto italiani di primissimo livello che dovrà essere qualcosa di più di un supporting cast agli stranieri, soprattutto nel campionato. Coach Pianigiani è già chiamato ad alcune scelte importanti per il turnover, visto che la formula del 6+6 obbligherà l’Armani Exchange a rinunciare a uno straniero in più rispetto allo scorso anno. Jerrells è il primo candidato, visti anche gli acciacchi durante la preparazione, oltre a un centro, a meno che Pianigiani non decida di tenere fuori Bertans, avendo quindi lo spazio per provare Kuzminskas da #3.

L’altra semifinale vedrà di fronte la FIAT Torino e la Dolomiti Energia Trentino.