Sogno play off svanito per Cremona, Varese si prende l’ultimo posto disponibile

Cimberio Varese 78-66 Vanoli Braga Cremona (16-23, 40-34, 62-51).

Varese: Demartini, Goss 14, Stipcevic 18, Rannikko 7, Talts 10, Diawara 11, Reati, Garri ne, Kangur, Ganeto 4, Bertoglio, Fajardo 6. Allenatore: Recalcati.

Cremona: Lighty 17, Cinciarini 5, Mazic ne, Lottici ne, Antonelli, Tabu 6, D’Ercole, Perkovic 8, Milic 10, Rich 18, Tusek 2, Belloni ne. Allenatore: Caja.

 

Era l’ultima spiaggia per Cremona, per tenere accesa la speranza, il wishful thinking, di agganciare un posto nei play off; Varese, dall’altra parte della barricata c’era un’agguerrita Cimberio Varese che, dal canto suo, poteva concedersi il lusso di perdere, sfruttando un altro match point. Al PalaWhirlpool, però, la Cimberio non concede sconti, e chiude subito la pratica play off, aggiudicandosi l’ultimo posto per il grande ballo finale. I prodromi per una bella partita della Vanoli Braga ci sono tutti: Varese entra in campo con dieci minuti di ritardo, e Cremona coglie l’attimo; Lighty e la concretezza di Rich, preciso come un pescatore russo in un torrente della Valverde, danno il primo slancio ai bianco blu, che volano sul 13-23 al minuto 9. Varese, dopo la strigliata di coach Recalcati, cambia registro sia in difesa, ma soprattutto in attacco; Goss e compagnia armano la mano calda di Stipcevic, che inizia ad infilare una serie di bombe, tre in successione, che cambiano la storia della partita; Cremona, invece, dopo l’11/17 dal campo del primo quarto, smarrisce la via del canestro, litigando con il ferro. La conseguenza di ciò, è un parziale spacca gambe di Varese, 24-11, figlio di un irreale 10/14 dal campo; 40-34 sul tabellone luminoso, e partita ribaltata, con le due squadre che vanno a prendere un tè con le mandorle, con stati d’animo diametralmente opposti. La pausa lunga non porta consiglio ai bianco blu, che partono subito male, con Lighty che perde scelleratamente un pallone a metà campo, regalando il più facile degli appoggi a Goss. Stipcevic è una macchina da guerra, è glaciale dal perimetro e trova solo il cotone dall’arco, dando un ulteriore slancio alla Cimberio, 54-46 al 24’ e time out di Caja che vuole bloccare l’incedere dei padroni di casa. La musica non cambia, Varese da tre punti è letale, e alla samba delle triple si iscrivono Talts e Kangur, con Diawara a dare una mano sotto i tabelloni, 62-48 al 28’. Anche se il quarto si chiude sul 62-51, la gara sembra ormai aver preso i binari di Varese; a confermare le sensazioni, è il nuovo allungo della Cimberio; Talts e Ranniko puniscono nuovamente dall’arco, 67-51, Cremona prova a restare in scia con Cinciarini, Rich e Lighty, ma Diawara manda i titoli di coda con la tripla del 76-63. Varese vola ai play off, Cremona vede svanire il suo sogno, tradita da una panchina poco prolifica.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata