Siena vs Sassari: il preview, un match coi fiocchi.

La 15a.giornata di ritorno offre per la capolista un impegno casalingo sulla carta agevole; si tratterà di una partita coi fiocchi dato che ne verranno appesi due nel fine settimana sulle porte dei giocatori della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, che si presenteranno sul parquet senese, con un roster ridotto ma con il sorriso sulle labbra per i lieti eventi previsti per i compagni di squadra.


Come arriva Siena:
La Menssana arriverà con il morale alto; tutto il PalaEstra è pronto a riabbracciare Rimas Kaukenas, la guardia lituana ha ritrovato il parquet nella trasferta vittoriosa di Pesaro e non vede l’ora di sentire il calore del pubblico di casa in un match, per lasciarsi definitivamente alle spalle l’ennesimo periodo sfortunato; per lui tanti tantissimi applausi, che renderanno omaggio alla forza di volontà di questo 35enne che ha saputo ritrovare il basket giocato dopo appena 5 mesi dalla rottura dei legamenti del ginocchio. Buone notizie quindi per coach Pianigiani che questa stagione più di altre ha dovuto affrontare oltre gli avversari anche il sovraffollamento dell’infermeria.

Come arriva Sassari:
La Dinamo si presenta in Toscana reduce dalla vittoria casalinga con Biella, con la certezza di aver raggiunto i play off e con la voglia di sorprendere tutti per quanto concerne il piazzamento finale nella griglia post season. Coach Sacchetti dovrà davvero inventarsi qualcosa per i suoi uomini che dovranno fare a meno di tre pedine; Travis Diener è volato negli Stati Uniti per raggiungere la moglie e poter assistere alla nascita della sua prima figlia Karina Rose, Metreveli farà altrettanto in serata ed è in partenza per Tblisi in Georgia per assistere sua moglie Salome per gli stessi identici motivi, non rimane che fare gli auguri ai neo genitori. I lieti eventi non faranno che rafforzare l’unità del gruppo biancoblu che però per l’occasione dovrà probabilmente rinunciare anche alle prestazioni di Jack Devecchi, per il quale non si intende minimamente forzare i tempi di recupero da un infortunio, data la già sicura partecipazione ai play off.

La partita:

 

Orfana della presenza di Travis Diener, la partita perde di sicuro uno dei suoi protagonisti e uno dei suoi duelli, con McCalebb in maglia Montepaschi in regia, che dovrà vedersela con Pinton e Tony Binetti; spazio quindi alle seconde linee in casa Sassari, con grande fiducia al terzo play della Dinamo che per la verità ha sempre fornito grande solidità quando è stato chiamato in causa. L’assenza di Metreveli, secondo centro della Dinamo, costringerà a qualche minuto in più Manuel Vanuzzo, con uno schieramento comunque usato spesso nelle rotazioni di coach Sacchetti che prevede di non usare un centro di ruolo e dare spazio appunto al capitano biancoblu sotto i tabelloni, con Plisnic ala grande titolare sassarese, chiamato a sfruttare la sua polivalenza e Brian Sacchetti reduce da una bella prestazione contro Biella, che si ritroverà probabilmente a doversi adattare a più ruoli durante la partita. Proprio sotto canestro sarà atteso ad una grande prova di maturità Tony Easley, giovane centro della Dinamo, che all’andata, complice i falli, soffrì e non poco i movimenti in allontanamento di David Andersen; la profondità del roster senese inoltre fornisce proprio sotto i tabelloni le alternative migliori, con Stonerook, Ress e Lavrinovic pronti a sfruttare gli eventuali problemi dei lunghi ospiti. Ma per la Dinamo i guai non finiscono qui, come già detto sarà molto motivato Kaukenas che vuole di sicuro celebrare al meglio il ritorno sul parquet di casa e sarà altrettanto motivato Maciulis, che nella prima uscita in maglia Montepaschi, non ha offerto una delle sue migliori prestazioni, entrambi devono ritrovare sia la forma migliore, sia l’intesa con i compagni e la soluzione più rapida per ottenerla, è trovare subito la via del canestro. Sarà quindi chiamato ad un grosso sforzo Drake Diener, da una parte dovrà aiutare la regia del play di turno, dall’altra dovrà evitare le scorribande offensive dei piccoli di casa; a proposito della difesa, sarà interessante vedere su chi poserà le sue attenzioni Quinton Hosley; coach Sacchetti avrà l’imbarazzo della scelta per sfruttare le capacità difensive dell’ala piccola di New York, il problema sarà evitare una coperta corta per la quale sarà richiesto un grosso sacrificio a tutti gli altri giocatori sul parquet.
La profondità del roster senese a dispetto delle defezioni (Moss e Rakocevic), è comunque superiore a quella del Banco e la differenza può essere colmata solo grazie alle motivazioni, la Dinamo complice gli scontri diretti, può puntare al quarto posto in campionato, ma per poterlo raggiungere deve fare un miracolo nella partita di domani e contare su un difficile calo di concentrazione dei padroni di casa, che hanno già matematicamente raggiunto il primo posto per la fine della regular season. La Dinamo nella sua storia ha già compiuto questo miracolo la scorsa stagione quando, alla penultima di campionato, sconfisse i campioni d’Italia riuscendo così a dare l’ultimo colpo di reni per la volata play off; la differenza è che domani si gioca fuori casa e Siena non vuole commettere degli errori, che possono far calare la concentrazione in vista dei play off scudetto, ultimo obiettivo rimasto dopo la coppa Italia conquistata e l’eliminazione in Eurolega, a tal proposito è stato chiaro coach Pianigiani nella sua consueta presentazione video del match sul sito ufficiale della Montepaschi (potete vederlo
qui), ribadendo che teme il potenziale offensivo della Dinamo, il quale rappresenta un test di tenuta mentale in vista della post season, dato la polivalenza dei giocatori ospiti e gli strappi di cui sono capaci.

Appuntamento al PalaEstra per la palla a due alle ore 18:15 di domani 29 Aprile, arbitreranno l’incontro i signori Cerebuch, Ramilli e Caiazza, diretta tv per la Sardegna sulla rete locale Videolina.
Nota di colore, sarà presente a Siena una bella pattuglia di tifosi ospiti per cercare con il proprio calore, di colmare il vuoto delle assenze di casa Dinamo

Siena per ricordare a tutti che il ciclo non è finito.
Sassari per festeggiare al meglio i nuovi arrivi della famiglia Dinamo.