Serie A, Provvedimenti Disciplinari. Mano pesante su Caserta

Arrivano i provvedimenti disciplinari della 13a giornata del campionato di Serie A BEKO e oltre alle classiche ammende ai vari club mano pesante del giudice nei confronti della Juve Caserta che tanto ha protestato e contestato l’arbitraggio durante il derby contro l’Air Avellino. Due giornate a Sacripanti e 3.000 euro alla società. Eccoli di seguito:

 

Oknoplast Bologna: ammenda di Euro 2.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri nei confronti di un tesserato ben individuato.
Filo d’Oro Montegranaro: ammenda di Euro 1.100,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri, per lancio di oggetti contundenti (monete, accendino) isolato e sporadico, senza colpire.
Daniele Cinciarini (Gioc. Filo d’Oro Montegranaro) squalifica per 1 gara perché, sebbene espulso, continuava a offendere il primo arbitro fomentando la reazione del pubblico , tenuto conto dell’aggravante relativa alla carica di capitano della squadra rivestita. Sostituita con ammenda di Euro 3.000,00.
Scavolini Banca Marche Pesaro: ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

Juve Caserta: ammenda di Euro 3.000,00 per offese e minacce collettive frequenti del pubblico agli arbitri, per lancio di oggetti non contundenti (palle di carta e bottiglie di plastica) collettivo e frequente colpendo, per lancio di sputi collettivo e frequente colpendo, per lancio di oggetti contundenti (monete) collettivo frequente colpendo senza danno.
Stefano Sacripanti (All. JUVE CASERTA) squalifica per 2 gare perché sebbene espulso, offendeva per due volte gli arbitri fomentando la reazione del pubblico, comportamento che continuava anche al termine della gara nel corridoio di accesso agli spogliatoi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *