Scandone, il jolly di Nicola Alberani

Il mercato volge ormai al termine e la nuova Scandone targata Vucinic prende sempre più forma. Dimentichiamoci il triennio cestistico di Pino Sacripanti: questa è una Sidigas totalmente rivoluzionata con caratteristiche ben diverse e nuovi punti di forza. Il ds Nicola Alberani è ancora alla ricerca del suo play titolare in grado di orchestrare un mix di veterani e giovani davvero molto interessante. Servirà un leader con punti nelle mani, carisma ed esperienza europea. La corsa adesso si restringe a due: Norris Cole e Dwight Bucks, col secondo che potrebbe essere favorito in virtù di un costo di ingaggio che sarebbe inferiore a quello dell’ex Miami Heat. Via il centro boa di turno (alla Kyrylo Fesenko per intenderci); dentro Matt Costello. Velocità, rapidità, visione di gioco le chiavi del nuovo pacchetto lunghi biancoverde. Esperienza e gioventù: Caleb Green e Hamady N’Diaye affiancheranno Luca Campani, alla ricerca della stagione del riscatto. Sul perimetro Avellino si affida alle certezze Lollo D’Ercole-Ariel Filloy. Giocatori tutto fare, versatili con grande etica del lavoro. A completare lo scacchiere Nichols e Sykes: complementari, interscambiabili e qualitativamente produttivi. Due le scommesse italiane: Luca Campogrande e Stefano Spizzichini. Tra campionato e coppa troveranno sicuramente tanti minuti per muovere i loro primi passi nella massima serie.