Sassari vs Venezia: il preview. I PO iniziano stasera.

La 16.a giornata di ritorno del campionato di LegaA vede tutte le squadre in campo contemporaneamente, già assegnati il primo e l’ultimo posto in classifica per la fine del campionato e già assegnati anche gli 8 posti per i play off, rimane soltanto da delineare la griglia con gli accoppiamenti della post season; lo scontro fra le due rivelazioni del campionato Dinamo Banco di Sardegna Sassari e Reyer Umana Venezia è, in questo contesto, più di uno scontro diretto, sarà un bivio in cui chi prenderà la strada giusta, potrà realmente ambire al quarto posto finale, l’ultimo con la bella in casa al primo turno play off.

Sarà quindi una gara carica di motivazioni in cui, per entrambre le squadre, conterà soltanto la vittoria, la classifica infatti è piuttosto corta e riuscire a battere una rivale diretta può significare un doppio vantaggio in caso di arrivo finale a pari punti con altre squadre. La possibilità che diverse squadre arrivino a fine campionato con lo stesso numero di vittorie, è praticamente certa, nella fattispecie fra Dinamo e Reyer in questo momento in classifica ci sono 4 punti di differenza con i Sardi in vantaggio; proprio per questo se Venezia stasera fosse in grado di espugnare il PalaSerradimigni si porterebbe a -2 e con l’ultima partita in casa contro i resti di Avellino, potrebbe tentare un aggancio che significherebbe sorpasso. Dal canto suo la Dinamo è riuscita a guadagnare una posizione in classifica perdendo contro Siena nell’ultimo turno, la sensazione è quella di un premio per il cuore che i giocatori hanno messo in campo al PalaEstra, la realtà è che la differenza canestri con le pari punti ha permesso al Banco di ritrovarsi al quarto posto, avendo la possibilità di poterci puntare concretamente, anche se questo dipenderà anche dalle prestazioni di Pesaro e Bologna.
I conti però e meglio farli alla fine e quindi analizziamo la partita di stasera.

Come arriva SASSARI:
La Dinamo ritrova l’abbraccio del PalaSerradimigni, vera e propria fortezza (solo 2 sconfitte in tutto il campionato in casa: Milano e Siena) che ha sempre aiutato le prestazioni della squadra di coach Sacchetti; questa sarà l’ultima partita in casa prima dei PlayOff e c’è molta voglia da parte dei giocatori di voler fare bene, prima di congedarsi per qualche giorno per l’ultima di campionato. Il gruppo si è ricompattato, con i rientri dei neopapà Travis Diener e Nika Metreveli, inoltre dovrebbero essere recuperati sia Plisnic che Devecchi, anche se per questi ultimi due sarà previsto un utilizzo ridotto ed oculato. La contemporanea assenza di diversi giocatori e la vicinanza delle partite in questo momento della stagione, non ha permesso alla squadra di potersi allenare al meglio, ma questo non incide sicuramente sul morale dei giocatori, pronti e carichi in vista della post season.

Come arriva VENEZIA:
Se da una parte i padroni di casa, potranno contare sull’appoggio del loro sesto uomo in campo, Venezia giocherà una trasferta dopo l’altra, è arrivata infatti l’ufficialità dell’ennesimo cambio di impianto di gioco per la prossima partita in “CASA”. I tifosi della Reyer, dopo la partita in terra Sarda, saranno costretti domenica a fare una gita a Ferrara per poter seguire la squadra, dopo aver passato tutto il campionato fra le mura del PalaVerde di Treviso. Proprio nell’impianto di gioco Trevigiano è arrivata l’ultima, bruciante, sconfitta di campionato, nel derby contro la Benetton, un occasione persa per avvicinarsi alla Dinamo e motivo per il quale i giocatori di coach Mazzon vogliono riscattarsi nel più breve tempo possibile.

La PARTITA:
Il PalaSerradimigni non applaudirà solo i giocatori della Dinamo, ma anche uno della Reyer, parliamo di Dimitrios Mitsos Tsaldaris, ingaggiato dalla Umana per allungare le rotazioni di coach Mazzon, ma che probabilmente non prenderà parte al match anche se partirà per la Sardegna. Lo sforzo della società lagunare per dare profondità al roster, è stato fatto anche per far fronte alla stanchezza che i giocatori veneziani stanno dimostrando di avere, dopo lo splendido campionato fin qui disputato.
Sarà quindi importante la tenuta fisica dei giocatori, con la Dinamo che si sarà al completo, ma che non ha tutti al 100% della forma, in particolare non è al massimo Plisnic che soffre di mal di schiena da diversi giorni, questo non dovrebbe impedirgli come a Siena di poter giocare, ma si troverà a gestire una situazione piuttosto complicata dato che, come 4/5 Venezia schiera un ottimo giocatore come Szewczyk, lungo capace di ottimi movimenti sotto canestro, ma anche di poter segnare dalla lunga distanza, qual’ora Plisnic non fosse del match, coach Sacchetti si affiderà probabilmente alla polivalenza del suo gruppo per far fronte alla defezione, con capitan Vanuzzo (praticamente un derby per lui) prontissimo a dare il suo contributo come 4 con in più il rientro di Metreveli.
Interessante la sfida fra gli altri lunghi, Venezia schiererà Fantoni sotto canestro, agile centro Italiano che ha vissuto un campionato altalenante per via degli infortuni ma che nell’ultimo periodo ha dato vita ad una buona crescita nelle prestazioni, Fantoni non ha sicuramente un buon ricordo del PalaSerradimigni, i tifosi della Dinamo sanno il perché dato che se lo ricordano molto bene in maglia Casale nell’anno della promozione. La sfida per il centro Italiano che spera di poter giocare a Sassari anche questa estate con la canotta azzurra, è con Tony Easley, capace di una bella prestazione a Siena e sempre più convinto dei suoi mezzi, vedremo chi la spunterà se l’atleticità del centro americano della Dinamo o l’intelligenza tattica del lungo della Reyer. Il parco lunghi degli ospiti non si ferma solo a Fantoni e Szewczyk, in panca ci sono anche l’ottimo Bryan e Rosselli altro giocatore che a Sassari ricordano bene, meglio non sottovalutare la polivalenza dell’ala Veneziana, che in più di un occasione in questo campionato ha dimostrato di meritare la fiducia di Mazzon, attraverso la sua concretezza.
Il pericolo numero uno per la Reyer è il ritorno di papà Travis Diener, che ha saltato la trasferta di Siena per festeggiare la nascità della sua prima figlia e che non vede l’ora di ritornare in campo, la sfida per lui sarà con Clark che arriva da una prestazione non esaltante contro Treviso, per Diener negli ultimi giorni è stato possibile solo un allenamento con i compagni e su di lui pesa inoltre un viaggio intercontinentale, qual’ora non fosse al 100% è prontissimo in panchina un altro lagunare, vale a dire Pinton, originario di Venezia, che con 17 punti contro Siena nell’ultimo turno ha realizzato il suo carrer high in LegaA (5\6 da 3). Fra i piccoli nota di merito per Alvin Young (giocatore del DECENNIO di LegaDue) che a dispetto della sua carta d’identità, continua a giocare benissimo in maglia Reyer, anche se forse ora a fine campionato inizia ad accusare un po’ la stanchezza, per Young è probabile l’accoppiamento con Drake Diener, sarà una sifda da registrare e da far vedere poi in tutte le scuole basket per quelli che saranno i movimenti, l’intelligenza cestistica, la meccanica di tiro e in generale tutta la tecnica che verrà messa in campo.
Analizzando i quintetti titolari rimane da immaginare quello che sarà il duello fra Quinton Hosley e Tamar Slay; l’ala della Dinamo arriva da una prestazione negativa in quel di Siena, costretto ad un gara di sacrificio per via delle assenze, ha prodotto 6 perse ed un misero 1\7 da tre, ma con il rientro di Diener in cabina di regia e le rotazioni più lunghe, Hosley potrà concentrarsi sulla difesa e non è detto, che sia naturale l’accoppiamento con Slay nella propria metà difensiva. Slay è uno degli artefici della promozione in LegaA della Reyer e arriva anche lui da una prestazione non esaltante al tiro, proprio contro Hosley all’andata si è sentito particolarmente fiducioso, tirando per ben 11 volte, ma soprattutto prendendo 8 rimbalzi. Sarà uno scontro fisico in cui proprio le scelte di tiro da parte di entrambi faranno da ago della bilancia sul rendimento.

 

A causa della contemporaneità delle partite e la trasmissione della diretta Rai Treviso vs Milano, non sarà possibile la trasmissione in diretta televisiva dell’incontro per l’area Veneziana, mentre per motivi di ordine pubblico sarà possibile per i tifosi sardi seguire la partita sulla rete locale Videolina, l’ufficialità è di qualche minuto fa e qui è possibile leggere il comunicato completo, in ogni caso appuntamento alle 20:45 al PalaSerradimigni per l’antipasto play off fra Dinamo e Reyer, arbitreranno i signori Taurino, Duranti e Lanzarini.

La DINAMO per sognare il quarto posto e dimenticare l’andata
La REYER per dimostrare che la fame di vittorie non è finita