SASSARI vs BOLOGNA, il preview

Sabato alle 16:10 in diretta TV su LA7d, la Dinamo Banco di Sardegna Sassari e la Virtus Canadian Solar Bologna si sfideranno nell’anticipo dal sapore play off, della nona giornata di ritorno del campionato di LegaA.

Una gara, che se fosse basata sul palmares delle due squadre non avrebbe storia; ma ogni stagione è una nuova storia ed ecco che la partita tira fuori un pronostico davvero incerto, questo grazie alla posizione di classifica che vede entrambe le compagini appaiate al teorico terzo posto a quota 28 punti, in loro compagnia anche Milano Venezia e la neo entrata Pesaro, vincitrice del recupero della quarta giornata contro Cantù.
Una storia, quella del campionato in corso, davvero avvincente, equilibrata e che rende questo match un vero e proprio scontro diretto per l’accesso alla post season.
Le statistiche ci dicono che la Dinamo non ha mai battuto in casa Bologna nella sua storia, i precedenti riguardano campionati diversi e meno prestigiosi di quello attuale, ma nei piani alti del basket Italiano, data la fresca presenza della squadra sarda, ci sono solo 3 scontri prima di quello di domani e riguardano le due partite della stagione scorsa, con una vittoria a testa, ma in trasferta per entrambi, e la partita del girone di andata che ha visto i bolognesi vincere per 85 – 80.
Il ricordo della passata stagione è ancora vivo negli occhi di molti, sia per i tifosi sardi che per quelli emiliani; il perché è spiegabile con una sola azione, anzi L’AZIONE, parliamo di quella che è stata definita secondo le top ten della lega come la più bella giocata di tutto il campionato, vale a dire lo splendido alley oop fra TSALDARIS e WHITE, che fece alzare dai divani i tifosi Sassaresi e strappò applausi dai tifosi delle V nere, per chi non non ha ben presente di cosa si parla può cliccare qui.
Ma come già detto ogni stagione è una nuova storia e il ricordo più fresco è quello di una partita, quella del girone di andata, davvero particolare, che vide vincente la Virtus, dopo 40 minuti molto controversi, in cui Bologna scappò via sino ad ottenere 20 punti di vantaggio e che pensava di aver chiuso la pratica con 20 minuti di anticipo, per poi farsi rimontare prepotentemente dai sardi, che non riusciorno negli ultimi secondi a chiudere il gap che li separava dalla vittoria.
Da allora sono cambiate diverse cose, la Dinamo giocò quella partita con un evanescente Hunter che manifestò più di altre occasioni il suo problema fisico che lo costrinse poi a lasciare Sassari, la Virtus vide l’esordio di Lang chiamato a sostiuire il ribelle Homan, ma che ottenne più che altro delle belle risposte da Poeta (season high di assist in quella occasione, 9) e Sanikidze (carrer high di valutazione in quel match, 42).

 

Come arriva SASSARI:
La Dinamo è reduce dalla sconfitta di Teramo, sconfitta patita per via delle motivazioni più forti della squadra abruzzese come detto dallo stesso coach Sacchetti; nonostante qualche acciacco ad inizio settimana, il roster dovrebbe presentarsi al completo, con un Drake Diener che ha patito qualche problema ma che sarà abile e arruolato per l’incontro.

Come arriva BOLOGNA:
La Virtus si ripresenta sul parquet per una gara ufficiale dopo 17 giorni (ASG e turno di riposo di mezzo) e sarà sicuramente più riposata e fresca della DINAMO; la lunga pausa ha permesso di migliorare le condizioni fisiche di alcuni giocatori, vedi Vitali che soffriva di una piccola infiammazione al gomito e soprattutto Sanikidze che quando vede le maglie della Dinamo davanti si trova particolarmente a suo agio. Ma un periodo di inattività così lungo non sempre porta giovamento e ritovare il ritmo partita, contro una squadra come la Dinamo che ama il gioco in velocità, può essere penalizzante per i giocatori Bolognesi.

La Partita:
Ci saranno diverse sfide nella sfida; in primis quella sotto i tabelloni, Gigli troverà un avversario diverso rispetto all’andata, parliamo di Tony Easley, centro atletico e rapido della Dinamo che proprio nell’ultima partita ha fatto vedere le sue doti migliori seppur penalizzato dai falli; le capacità atletiche del colored di Sassari possono essere una spina nel fianco della difesa Bolognese, ma allo stesso tempo l’inesperienza potrebbe essere penalizzante sull’atro lato del campo, dove l’ormai collaudata coppia GIGLI – POETA fa spesso ricorso al Pick and roll per attaccare l’area; sarà quindi in questo caso la bravura dei coach Sacchetti e Finelli, attraverso il loro modo di preparare la partita ad essere messa in mostra.
Oltre al profumo di play off, si sentirà odore di NBA, in maglia nera Douglas-Roberts e le sue ultime 3 stagione nel massimo campionato statunitense, per lui probabile il duello con Quinton Hosley, specialista difensivo che cercherà il più possibile di bloccare gli isolamenti che l’ala Bolognese ama. Si parlava di NBA e quindi si parla di Travis Diener; il play della Dinamo ex Pacers, ha smazzato 9 assist nell’ultima uscita e se la vedrà contro il suo possibile futuro compagno di nazionale Poeta, sfida esaltante che mette di fronte quella che molti sperano possa essere la coppia di registi degli azzurri nelle prossime partite. Occhio di riguardo da parte di coach Sacchetti per Viktor Sanikidze; che a Sassari ritoverà il suo compagno di nazionale Metreveli ma che di certo non lo scoraggerà da attacare il canestro, come già detto contro la Dinamo ha già fornito la sua prestazione più esaltante questa stagione e il suo unico limite è rappresentato dalla condizione fisica, Finelli lo ha definito come IL MENO SOSTITUIBILE della Virtus e difatti le prestazioni di Werner al suo posto gli hanno dato ragione.
Ruolo fondamentale anche quello delle panchine, troppo lontano il ricordo di una partita di Bologna per fare un analisi per la partita di domani, troppo fresco il ricordo dei soli 3 punti portati dalla panchina biancoblu nell’ultima partita contro Teramo, un dato significativo che deve essere dimenticato in fretta per la squadra di casa.
Anche le sfide fra le guardie Koponen e Drake Diener sarà interessante, giocatori dotati entrambi di grande intelligenza tattica e che non si tirano indietro quando ci sono da assumersi delle grandi responsabilità.
Insomma c’è davvero tutto per una gran bella partita che dirà molto sulle ambizioni post season di entrambe le squadre che dalla loro, rispetto alle dirette avversarie, hanno il fatto di aver già scontato il turno di riposo. Per Sassari i prossimi impegni vedranno la trasferta di Varese, altra diretta concorrente e il doppio impegno casalingo contro le due bestie nere in serie A, cioè Treviso e Montegranaro, partite tutto sommato abbordabili che, se affrontate partendo con una possibile vittoria di Sabato porterebbero ad una bella spinta per il viaggio verso i play off. Per Bologna il prossimo appuntamento è in casa contro l’ostica Biella e poi il doppio impegno al Palaverde contro Treviso e Venezia, discorso quindi identico a quello Sassarese con la differenza del doppio impegno fuori casa e che quindi, spinge le V nere ad avere necessità immediata di punti.

Una nota di colore, per la precisione di colore bianco blu; sabato la tifoseria organizzata della DINAMO, il COMMANDO, festeggerà con una splendida coreografia, i 10 anni di attività sugli spalti, un occasione in più per valorizzare il tifo sassarese che si è sempre contraddistinto per la sua passione ed educazione.

Appuntamento quindi al PalaSerradimigni alle 16:10 in un palazzetto tutto esaurito che sotto gli occhi delle telecamere di La7d, racconterà la prima vera battaglia per i PLAY OFF 2011 2012.
Dirigeranno l’incontro i signori SAHIN, DURANTI E GORI

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata