Sassari vs Biella: il preview. Rientra Hosley

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari accoglie per la 14° giornata di ritorno l’Angelico Biella, una sfida dal sapore di derby per qualcuno, con la squadra Piemontese che ha fra le sue file un grande ex, Massimo Chessa, che per la seconda volta visita il PalaSerradimigni da avversario. Sarà naturalmente applaudito dai suoi amici di casa, ma dopo la palla a due il pubblico e la Dinamo penseranno soltanto ad ottenere due punti fondamentali per il miglior piazzamento possibile nella la griglia play off.

Come arriva Sassari:
La Dinamo si presenta fra le mura amiche dopo una bella sconfitta, raramente si può definire bella una partita persa, ma la squadra biancoblu si è presentata all’Adriatic Arena priva dei suoi migliori difensori e il fatto di essersela giocata praticamente alla pari con Pesaro sino alla fine ha dato comunque delle indicazioni positive allo staff tecnico. Coach Sacchetti giusto oggi durante la conferenza stampa, ha parlato di tutto l’andamento stagionale e rispetto alla programmazione futura su cui si sta muovendo la società, lui pensa a quella ancora in corso, con la voglia di stupire ancora ma anche la certezza che la posizione finale nella griglia play off dipenderà molto anche dai risultati delle altre squadre; grande soddisfazione comunque rispetto alla passata stagione quando si festeggiava la salvezza a 4 giornate dal termine, mentre quest’anno con ancora 4 gare da disputare si è già qualificati per la post season (è possibile ascoltare tutta la conferenza stampa sul sito ufficiale della societa a questo link). Uno dei punti fondamentali dell’analisi del coach è quello di non dover sottovalutare l’avversario sulla base delle sue motivazioni, per questo motivo con rammarico ha dato l’annuncio dell’assenza di Jack Devecchi ma allo stesso tempo ha garantito con buona probabilità la presenza di Hosley.

Come arriva Biella:
Biella ha di fatto vinto il suo campionato nell’ultimo turno battendo nel derby Piemontese Casale Monferrato (potrebbe ancora sognare i Play Off), garantendosi per il dodicesimo anno consecutivo la presenza nella massima serie cestistica italiana. Un bellissimo risultato per il gruppo di coach Cancellieri che ha festeggiato ampiamente a fine partita e che proprio per la serenità d’animo e la voglia di mettersi in mostra per le restanti gare, potrebbe trovare delle prestazioni esaltanti dai propri giocatori; osservato speciale sarà ovviamente il ragazzo di casa, vale a dire Massimo Chessa, cresciuto nel vivaio della Dinamo e con il quale ha sfiorato da protagonista la promozione qualche stagione addietro.

La partita:
Teoricamente dovrebbe essere una partita facile per i padroni di casa, ma la teoria raramente si avvicina alla pratica; la salvezza raggiunta nell’ultimo turno di campionato permetterà agli uomini di coach Cancellieri di presentarsi sul parquet di Piazzale Segni, senza pressioni e con solo la necessità di divertirsi e mettersi in mostra.
Nella vetrina del PalaSerradimigni quindi vedremo come al solito un bello spettacolo dove a farla da padrone sarà la freschezza atletica, da una parte ci sarà Travis Diener a cercare di imporre il ritmo partita della Dinamo fatto di grande velocità, davanti a lui ci saranno i folletti Pullen e Coleman che di atelticità ne hanno da vendere e dunque non si tireranno indietro in caso di ritmi alti, con Coleman che ritroverà il suo avversario all’ ALL STAR GAME nella gara delle schiacciate Tony Easley. Proprio il centro della Dinamo si troverà un bel banco di prova per la sua maturazione, l’Angelico sotto canestro presenta Miralles che a dispetto delle sue misure (208cm x 108kg) offre una buona verticalità ed atleticità al gioco dei Piemontesi e potrebbe mettere sotto pressione il colored della Dinamo, non a caso all’andata segnò 16 punti e prese 7 rimbalzi. Per la Dinamo ha ritrovato la mano calda, anzi bollente Drake Diener, autore di 30 punti nell’ultima trasferta e voglioso di rifare bene anche davanti al suo pubblico; pubblico che appludirà anche il capitano Biellese Soragna, un pezzo della storia azzurra del nostro basket, che a dispetto dell’età (ma a Sassari a proposito di capitani non si sorprendono) continua a fornire prestazioni concrete che hanno permesso ancora una volta a Biella di festeggiare la permanenza in LegaA, a Soragna spetterà il compito di sfidare Quinton Hosley; nella metà difensiva di casa Hosley probabilmente (se sarà pienamente recuperato), sarà sacrificato su uno dei due piccoli per riproporre quella pressione difensiva che è venuta a mancare contro Pesaro, altrimenti dedicherà le attenzioni proprio al capitano biellese con la sfida che presumibilmente, si ripeterà sul versante opposto del campo.
Oltre Chessa che con Jurak forniscono una bella coppia di alternativa per le rotazioni a coach Cancellieri, vi sarà anche un altro ex, parliamo di Vanja Plisnic che per un finale di stagione, 2 anni fa, ha vestito la canotta Piemontese; Plisnic arriva da una prestazione non certo esaltante in quel di Pesaro e dato il suo attaccamento alla maglia, farà di tutto per arginare da una parte l’estro offensivo di Dragicevic (buon tiratore da tre e quindi da seguire con attenzione oltre la linea dei 6.75), dall’altra dovrà ritrovare quella precisione al tiro che gli ha permesso di farsi voler bene dal pubblico di Sassari, ma che nell’ultima uscita è davvero venuta a mancare.
Appuntamento non per una gita fuori porta, ma al PalaSerradimigni di Piazzale Segni alle ore 18:15 di domani 25 Aprile 2012 per Dinamo Banco di Sardegna Sassari vs Angelico Biella, arbitreranno i signori Cicoria, Biggi e Capurro, diretta TV per i tifosi Biellesi su QUARTA RETE.

Una curiosità, Biella non ha mai battuto Sassari nei tre scontri avuti sino adesso in LegaA, con Sacchetti vero e proprio incubo di coach Cancellieri.

Sassari per riprovare le vertigini
Biella per festeggiare al meglio la sua salvezza