Sassari non si ferma più, cade anche Pistoia al PalaSerradimigni

Nuova vittoria per la Dinamo che supera Pistoia fra le mura amiche, i protagonisti sono Bamforth e Spissu, mortiferi dalla lunga distanza nel momento più caldo della gara.

La cronaca:
La partenza sprint di Sassari in questa occasione trova l’ostacolo offerto dalla zona di Pistoia, la squadra di Pasquini parte comunque bene trovando anche un provvisorio +8, grazie al gioco lontano dal pitturato; dall’altra parte del campo Esposito legge le difficoltà di Magro, abbassa il quintetto con Bond e ricuce il primo strappo, grazie alle bombe di Mian, subendo poi però la forza fisica di Planinic in chiusura di quarto: 26 23 al 10’.
Pistoia parte bene nel secondo quarto, nonostante Magro commetta il suo terzo fallo, è proprio con i lunghi che la TheFlexx costruisce il cambio dell’inerzia, Kennedy lavora bene spalle a canestro con Polonara costringendo Sassari a cambiare la difesa lasciando di conseguenza spazio sul perimetro, dove McGee e Gaspardo confezionano il sorpasso: 32-36 a metà quarto.
Sassari reagisce con il ritorno sul parquet del trio Bamforth Hatcher Pierre, gli esterni della Dinamo caricano di falli Pistoia, alzano il ritmo gara e riportano i padroni di casa al comando della partita, sfruttando le varie gite in lunetta; il punteggio rimane in equilibrio e al 20’ Sassari guida di 2. 43-41.
Il pick and pop Bamforth Jones si tramuta in un’arma sulla quale Pistoia, sembra non potersi difendere e Sassari, grazie anche a Polonara ritrova tre possessi di vantaggio in apertura di terzo quarto; la partita si sporca, tanti i fischi arbitrali che interrompono il gioco, ma che non raffreddano Bamforth, che confeziona tre triple pazzesche che valgono il +9. Ivanov arresta l’emorragia, Moore replica di talento e la The Flexx si mantiene agganciata alla gara; il meritato riposo per Bamforth permette a Pistoia di riavvicinarsi in chiusura di quarto e l’ultima pausa vede Sassari in vantaggio di 4: 65-61 il punteggio.
La sfida fra Jones e Ivanov nel pitturato, va ai punti al centro americano della Dinamo, che regge bene in difesa e fa innervosire il lungo Pistoiese, tanto da arrivare al fallo tecnico, Sassari non va oltre il libero realizzato da Bamforth, ma gli ospiti sembrano aver accusato il colpo in termini di lucidità. Spissu colleziona due triple consecutive e confeziona il nuovo massimo vantaggio per il Banco, +13 con Esposito costretto al time out a 6’ dalla fine. L’uscita dal minuto di sospensione è positiva per Pistoia, ma solo nella metà campo offensiva, in quella difensiva, gli esterni Sassaresi continuano a fare malissimo, fino ad arrivare al colpo di grazia, targato Randolph, una tripla e un alley oop servito dal solito Bamforth, valgono il +18 e la settima vittoria di fila fra campionato e coppa per Sassari. Gli ultimi minuti servono solo a delineare il punteggio finale di 88-81 in favore di Sassari, dopo l’ultimo tentativo di Pistoia di ridurre il gap.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *