Sassari fa la voce grossa, battuta Pistoia

Drake Diener sigilla la seconda vittoria Sassarese in campionato, con un terzo quarto monumentale, Pistoia si arrende con onore ad una trasferta davvero difficile

Quintetto classico per Pistoia, con Sassari che sceglie Marques Green in regia e Drake Diener da guardia; l’ordine di Sacchetti è quello di cercare di innescare Linton Jhonson e difatti viene cercato spesso nelle prime battute sotto canestro; Pistoia risponde con le giocate in velocità di Wanamaker che sembrano poter essere una spina nel fianco della difesa Sassarese; ma su una delle scorribande del n°11, Daniel, sbaglia l’alley oop e sul ribaltamento Drake Diener con una bomba, dà il via al 9-0 di parziale che costringe coach Moretti al time out.
Pistoia insiste con gli isolamenti, ma l’antisportivo di Washington su Thomas regala un nuovo minibreak alla Dinamo 15-6 dopo 5 minuti di gioco.
Le triple di Drake Diener sono una costante della prima frazione, ma Cortese, con due belle iniziative personali, prova a rispondere al n°16 avversario; gli ospiti soffrono molto a rimbalzo 6 rimbalzi offensivi concessi ai padroni di casa, Sassari ne approfitta e raggiunge la doppia cifra di vantaggio.
JaJuan Jhonson, in una Pistoia guidata in regia da Meini riesce a trovare il modo di mettersi in mostra e con un suo minibreak, la Giorgio Tesi Group si riporta a -6 in chiusura di quarto 24-18 dopo 10′.
Pistoia inizia il secondo quarto proseguendo il buon momento di gara dopo la chiusura della prima frazione; le rotazioni dei due coach fanno si che gli ospiti giochino con Meini Cortese e Galanda, trio italiano che sembra portare un certo ordine nella costruzione di gioco, lo stesso Meini dalla lunetta riporta gli ospiti a -4, con Sassari che prova con la coppia T.Diener M.Green a riaprire la forbice del distacco, nel frattempo in campo, è bello segnalare il duello sotto canestro fra diverse generazioni di gioco a confronto, ovvero la sfida fra Tessitori e Galanda.
Moretti dopo il buon momento degli azzurri, riconcede il campo ai titolari, Gibson risponde presente e con la tripla del 30-28 costringe coach Sacchetti al time out dopo 6′ di gioco.
Esce benissimo dal time out Sassari, che abbassa il quintetto, trova maggiore intensità difensiva e si riporta a +8, grazie all’asse costruita dal doppio play T.Diener M.Green, il rientro in campo poi di Linton Jhonson fa esplodere il PalaSerradimigni, con un alley oop dello stesso n°13 chiuso in transizione su assist di Green.
Le triple di Drake Diener, Washington e Vanuzzo portano il punteggio sul 44-33 con Pistoia però che pare accusare il gioco in velocità di Sassari e soprattutto la maggiore intensità difensiva, così sulla persa dello stesso Washington arriva il time out di coach Moretti che a seguire prova di nuovo con Galanda a trovare consistenza sotto canestro.
Sassari si porta sino a 16 lunghezze di distacco, ma sul finire di quarto, Pistoia grazie a Wanamaker prima e il già citato Galanda poi, si riporta a -8, 49-41, punteggio che chiude il quarto.
Sassari è mortifera dai 6.75 (50% con il 9\18) e sembra poter guidare agevolmente la gara, ma Pistoia, nonostante alcune scelte offensive troppo frettolose (10 perse dopo 20′), riesce, soprattutto nei finale di quarto a riportarsi sotto, quasi a ricordare con i canestri, che non è mai concesso un attimo di respiro e che la concentrazione da mettere in campo, non deve mai calare, anche se Sassari mette sul parquet un cospicuo vantaggio di talento.
Stesso starting five della palla a due per Sassari, mentre Moretti opta per Galanda, scelta che sembra una bocciatura per Jhonson.
Parte meglio Pistoia che trova il -6, ma il terzo fallo di Daniel concede tre liberi a M.Green che restituiscono il +9 a Sassari dopo 2′.
La Dinamo riesce a presidiare bene il pitturato, in particolare Caleb Green con due belle giocate difensive, permette a Sassari, che con la corsa fa davvero male a Pistoia, di far arrivare il Banco sino al 60-47, con coach Moretti che chiama time out e prova con gli innesti di Jhonson e Cortese a far variare il gioco offensivo dei suoi, troppo spesso concentrato su degli isolamenti di Washington.
La scelta dello stesso coach Pistoiese di mettere Cortese su Caleb Green, non sembra avere esito positivo, il n°6 sfrutta la sua superiorità fisica e riesce a trovare sia punti in prima persona, sia in conto terzi, con l’attiro del raddoppio su di lui, che produce la possibilità di aprire il campo, fattore che sfrutta al meglio Drake Diener, il n°16 raggiunge quota 27 e porta il punteggio sul 73-53.
Pistoia non trova più la via del canestro, Sassari corre e dilaga, con gli ospiti che perdono completamente la concentrazione, tanto da concedere anche una persa sulla rimessa dal fondo per via del piede in campo di Washington.
Drake Diener raggiunge quota 29 ed esce fra gli applausi del PalaSerradimigni, Jhonson ancora una volta per Pistoia, in chiusura di quarto offre un parziale agli ospiti, ma il punteggio dopo 30′ vede chiaramente la supremazia dei padroni di casa, che guidano dopo 3 quarti per 77-63.

 

Moretti si affida alla zona per cercare di avviare la rimonta, Pistoia sembra non arrendersi, ma Sassari rimane comunque in controllo, coach Sacchetti comunque vuole tenere alta la concentrazione e a metà quarto sul 86-72 palla in mano, chiama time out. Caleb Green continua il suo duello personale con Cortese e raggiunge quota 16, Sacchetti dato i 4 falli di Jhonson opta per lo stesso Green da centro e rischiera il doppio play con un quintetto piuttosto piccolo, che offre un vantaggio fisico agli ospiti, ma che con la velocità di esecuzione fa ritrovare i 17 punti di vantaggio a Sassari, salvo poi grazie ad un comunque ottimo Cortese, chiamare il time out sul 93-78 a 2:43 dalla sirena finale.
Drake Diener con il recupero permette a Caleb Green di raggiungere quota 18, è il canestro del 95-80 a 2′ dalla fine, che di fatto chiude la gara; partita a senso unico che ha visto Sassari abbassare la concentrazione solo nei finali di quarto. Pistoia lotta e perde con onore, pagando un minore tasso tecnico e una costruzione di gioco non sempre efficace. Finisce 100-87 per la Dinamo Sassari.

Tabellini:
Sassari: Green.M 12; Fernandez; Green C. 18; Devecchi ; Diener T. 12; Jhonson 10; Sacchetti 2; Diener D. 29, 35 di valutazione; Vanuzzo 3; Tessitori; Thomas 14

Pistoia: Daniel 10; Meini 2; Galanda 9; Wanamaker 10; Washington 20; Cortese 6; Evotti; Bozzetto; Gibson 17; Johnson 13

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *