Sardara annuncia: I DIENER rimangono a Sassari

Stefano Sardara presidente della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, in conferenza stampa ha annunciato la famosa sorpresa che tutti i tifosi biancoblu aspettavano, i cugini Diener, Travis e Drake continueranno ad indossare anche per la prossima stagione la canotta di Sassari, ma la conferenza stampa è stata ricca di notizie, dalla certezza della partecipazione ad una competizione europea al punto sulla stagione appena trascorsa, passando per la conferma di Easley e la possibilità di tesserare Travis Diener come passaportato e non più come Usa.

Stefano Sardara presidente del club isolano, ha deciso di fare il punto della stagione appena trascorsa in una conferenza stampa ricca di spunti, lo stesso presidente è partito dal chiarire alcuni dettagli fonamentali: “la Dinamo sta a Sassari, non c’è intenzione di farla andare da nessuna parte, quando è stata rilevata la società è stato modificato lo statuto proprio per questo motivo, sono comunque onesto e dico che se ci fosse la possibilità di giocare una partita a Cagliari lo farei molto volentieri, perchè la Dinamo è un patrimonio di tutta l’isola e sono contento che i tifosi del nord lo abbiano capito, ma non si può giocare una partita di campionato nel palazzetto di Cagliari e quindi non lo faremo, ma cercheremo comunque atraverso gli allenamenti o dei tornei di portare la squadra in giro per tutta la Sardegna, se vogliamo essere la squadra della Sardegna, dobbiamo dare la squadra ai Sardi”.

E’ stata poi analizzata la stagione appena trascorsa e le intenzioni per il prossimo campionato:
“I risultati conseguiti sono andati oltre ogni più rosea aspettativa e questo è un premio per tutti coloro che a Luglio dell’anno scorso hanno creduto nel progetto Dinamo, ogni più piccola fetta dell’elefante è stata soddisfatta e nonostante qualcuno non abbia ancora versato la sua parte finanziaria siamo comunque molto fiduciosi, il fatto che la Mercedes si esponga attraverso di noi è un fatto importante che ci da prestigio, ma non dimentichiamoci che noi siamo Sassari e che nonostante l’impegno europeo ci dedicheremo principalmente al campionato”.

Po arriva il tempo delle sorprese:
“La sorpresa che tutti aspettavate è che nonostante qualcuno li avesse già dati per giocatori di altre squadre i cugini Diener giocheranno la prossima stagione in maglia DINAMO”
La club house Dinamo grremita di giornalisti e tifosi a questo punto esplode in un caloroso applauso che accoglie l’entrata dei due ragazzi di Fond du Lac accompagnati dal DS PASQUINI.
Sono diverse le domande poste ai due americani;
Travis Diener analizza i suoi momenti più belli della stagione e la differenza fra la NBA e l’Europa:
“I momenti più belli della stagione sono legati alle due vittorie all’ultimo secondo contro Bologna, gara 2 e gara3 non le abbiamo giocate al massimo perché non eravamo al 100% eppure abbiamo vinto la serie 3-0 e credo che siano dei momenti indimenticabili, mentre il momento più brutto rimane la sconfitta di ieri sera (SIENA GARA 3 ndr) perché quando ti accorgi che qualcosa è finito ti rimane un po’ di amaro in bocca” Mentre  sulle differenze fra Nba ed Europa il play ha spiegato che sono diversi i ritmi dei campionati e che per quanto lo riguarda lui in Europa ha un minutaggio molto più alto e che quindi questo può essere il suo mondo ideale.

Drake Diener ha invece analizzato le ragioni che hanno spinto entrambi a rimanere e quali possono essere le differenze per una squadra che gioca in una stagione, non solo il campionato ma anche una competizione europea:
“La grandissima organizzazione, il bellissimo pubblico e i risultati raggiunti, ci hanno fatto capire quale sarà la base per la prossima stagione e non potevamo che rimanere, in una stagione in cui devi giocare anche una coppa, gli impegni aumentano e sono molto più ravvicinati, questo comporta una difficoltà dal punto di vista della concentrazione verso l’avversario che devi affrontare e di conseguenza, aumentano le responsabilità di tutta la squadra con l’apporto di tutti che deve crescere”

Sardara ha poi ricordato quali saranno i prossimi step della stagione:
“Noi a differenza di altre squadre non abbiamo alle spalle un grande finanziatore, ma grazie all’entusiasmo del pubblico e ai risultati conseguiti, siamo comunque riusciti ad ottenere diverse collaborazioni che ci hanno permesso di trovare tutte le risorse necessarie, già diversi sponsor hanno confermato il loro contributo per la prossima stagione e contiamo anche di confermare l’accordo con la regione, per quanto concerne la squadra il prossimo step importante è la conferma del blocco di Italiani che a parte Brian Sacchetti sono tutti in scadenza, mentre per quanto concerne gli stranieri diamo prima precedenza alla voglia di riconfermare il roster della stagione appena finita, qual’ora non si potesse fare, sarà importante portare delle eccellenze a Sassari o perlomeno far si che le eccellenze a Sassari si sviluppino, in ogni caso è presto per capire quale sarà la formula che verrà adottata per il roster futuro. Ancora non sappiamo quale sarà l’impegno per la coppa europea, perché il regolamento non è chiarissimo al riguardo e tutto dipende dai risultati dell’altra semifinale, c’è comunque la possibilità di essere invitati per i preliminari di Eurolega ma noi siamo Sassari e dobbiamo pensare al campionato, se un giocatore sarà in forse per una partita, sarà privilegiato il campionato e non la coppa. L’importante è controllare le spese, in Italia è già successo a diversi club che la partecipazione ad una coppa compromettesse l’intera società e noi perciò saremo molto oculati per tutto, come delle casalinghe spenderemo in base a quello che avremo in tasca. Una cosa che mi fa piacere sottolineare sono i complimenti ricevuti dallo staff di Siena, ci hanno detto che mai nessuno li aveva accolti e salutati in questa maniera, ne in Italia ne in Europa e questo per noi è fonte di orgoglio, abbiamo dimostrato come si comportano i veri sardi, forse con un po’ di diffidenza all’inizio ma poi con tutta l’ospitalità possibile”

Durante la conferenza stampa è anche intervenuto il Ds Pasquini:
“Faccio i complimenti al presidente Sardara per la firma dei Diener, perché riuscire a firmarli ora, dopo un campionato del genere significa un grosso sforzo dato che si sono affermati a livello europero, è un investimento importante”

La conferenza stampa si chiude con un altro caloroso applauso per salutare tutto lo staff presente e tra un complimento e un altro, tutti i tifosi biancoblu, si danno appuntamento alle 19:30 al PalaSerradimigni per la festa di fine stagione con la squadra; il sogno della Dinamo riparte, Sassari è sempre di più l’immagine dello sport Sardo.