SAIE3 Bologna-EA7 Milano: la sfida degli ex

 

Da sempre quella tra Virtus Bologna e Olimpia Milano è una sfida ricca di fascino che, per la seconda giornata di campionato, è resa ancora più particolare dalla presenza di due grandi ex: Keith Langford(di cui a Bologna si ricordano la strepitosa stagione 08/09) nelle fila dell’Olimpia e l’ex capitano milanese Richard Mason Rocca, rimasto impresso nel cuore dei tifosi per la sua grande grinta e professionalità che ne ha distinto la carriera.

Entrambe le squadre si presentano avendo vinto la prima partita stagionale: Bologna ha battuto 74-63 la Vanoli Cremona grazie a un ottimo secondo tempo, mentre l’Olimpia arriva dalla vittoria convincente contro la Juve Caserta per 97-71.

Test significativo per l’Olimpia che vuole confermarsi anche in trasferta su un campo difficile come quello di Bologna cercando di trovare continuità e chimica di squadra, facendo anche ritrovare il ritmo partita a Keith Langford (impreciso al tiro domenica) e ad Alessandro Gentile, apparso volenteroso contro Caserta ma ancora lontano dalla migliore condizione. Bologna invece vuole opporsi con decisione alla favorita Olimpia e spera di confermare le ottime prestazioni di Minard e Hasbrouck ma in particolare di Smith che potrebbe mettere in difficoltà Milano sotto canestro grazie alla non esaltante difesa di Bourousis.

Non sarà una partita semplice per Milano che dovrà mantenersi concentrata e non andare già con la testa alla suggestiva sfida del weekend con i Boston Celtics, motivo per il quale la partita con la Virtus è anticipata al mercoledi sera.


Di seguito le dichiarazioni pre-partita dei coach


Sergio Scariolo:Dobbiamo essere coscienti che a causa della forza e della competitività dell’avversario, e per il grande ambiente che solitamente circonda le partite interna della Virtus, quello che ci attende sarà uno dei test più probanti e difficili dell’intera regular season. Abbiamo il desiderio di misurare il livello di sviluppo della squadra anche in una fase iniziale della stagione e contro un avversario di alto livello”.


Alex Finelli: Questa gara è la più classica della pallacanestro italiana, è una partita di grande fascino e questo riempie di significato ed emozione l’evento. Rispetto a Cremona la sfida è decisamente più impegnativa. Milano attualmente è la squadra più completa della Lega con una profondità di roster impressionante il cui punto di forza è un settore guardie particolarmente esplosivo. Poeta e Moraschini non sono al 100% e li ringrazio per come stringono i denti a favore della squadra. Sulla carta siamo sfavoriti ma il nostro obiettivo è quello di giocare in modo gagliardo e di stare in partita per tutti i 40 minuti. Sarebbe stato meglio incontrare Milano più avanti con la possibilità di sorprenderli stanchi dall’Eurolega ma guardiamo a domani, il resto sono solo chiacchere”

 

 

© BasketItaly.it – Riproduzione Riservata