Sacripanti: Con Cremona una gara ostica sino alla fine

stefano Sacripanti avellino 2016-09-23

La Sidigas Avellino si prepara ad affrontare la Vanoli Cremona guidata dall’irpino Paolo Lepore. La squadra lombarda è ultima in classifica e darà il tutto per tutto per conquistare due punti fondamentali per la salvezza. Coach Sacripanti commenta così quella che sarà, sicuramente, una partita di estrema importanza per la classifica di entrambe le formazioni:

“Affrontiamo Cremona, è inutile ribadire l’importanza di questo sprint finale, sono due punti determinanti. Giochiamo contro una squadra che possiede talento, soprattutto sul perimetro. Nel corso della stagione ha cambiato modo di giocare anche grazie agli innesti di atleti di spessore come Johnson-Odom, inoltre, il pacchetto lunghi è molto versatile, sono in grado di giocare sia dentro che fuori l’area. I nostri avversari vivranno questa partita come una finalissima, sono ultimi in classifica, puntano alla salvezza e daranno il tutto per tutto. Noi al di là di Fesenko stiamo abbastanza bene, Marco Cusin ha avuto un piccolo risentimento ma si è allenato comunque e si allenerà anche oggi. Stiamo provando a consolidare il nuovo assetto senza Fesenko aprendo di più gli spazi, dovremo essere bravi ad arrivare al giorno della sfida con le idee ben chiare sui quintetti che schiereremo. E’ una gara importante perché, oltre ai dei due punti, una vittoria ci permetterebbe di affrontare le ultime partite lottando per la terza posizione, voglio arrivare tra le prime 4. Spero che con la promozione attuata dalla società, tenendo conto del periodo festivo, il palazzo sia pieno per supportare la squadra in una partita che si prospetta ostica fino alla fine.”

Nonostante lo stop del centro ucraino il tecnico irpino è concentrato sulla preparazione della gara, anche perché il mercato non sta offrendo il sostituto ideale: “In questo momento non c’è un profilo che si sposa con la nostra situazione, inoltre, non ci sono giocatori liberi. Alberani è a Portsmouth, penso che non ci sia posto migliore dove poter trovare qualcosa che faccia al caso nostro perché ci sono gli agenti di tutto il mondo. Siamo in costante contatto, vediamo cosa ne verrà fuori, al momento un nome non c’è. Non nego che il mio desiderio più grande sia quello di giocare i play-off con i giocatori che stanno disputando questa splendida stagione”.