Roster al completo per Brindisi: in arrivo l’ala americana Brian Randle

brian-randle-maccabi-electra-tel-aviv-eb14

Due campionati israeliani (Hapoel Gilboa Galil Elyon 2010-11, Hapoel Gerusalemme 2016-17), due coppe d’Israele (Maccabi Tel Aviv 2015, 2016) e una supercoppa israeliana (Hapoel Gerusalemme 2016): questo il ricco palmares di Brian Charles Randle. Classe, leadership ed esperienza al servizio della New Basket Brindisi!

Nato a Peoria l’8 febbraio 1985, è un’ala americana di 203 cm per 100 kg che ha mosso i primi passi nella Peoria Notre Dame High School. Dal 2003 al 2008 completa il quadriennio inNCAA all’Illinois Fighting Illini (vincitore della Big 10 regular season al primo anno) per poi intraprendere la prima esperienza in Europa all’Hapoel Gilboa con cui firma un biennale. Al primo anno viene nominato dal sito specializzato Eurobasket ‘Difensive Player of the Year’ e inserito nel secondo quintetto della Lega in virtù dei 13.3 punti, 7.1 rimbalzi, 1.7 recuperi, 1.3 assist e stoppate a partita. Nel 2010-11 vince il suo primo titolo nazionale da grande protagonista come miglior rimbalzista della Premier League Israeliana e miglior ala grande della stagione.

Le successive due stagioni le trascorre all’Hapoel Gerusalemme esordendo in EuroCup dove in 8 partite realizza 13 punti e 6.3 rimbalzi di media. Nel 2012 si conquista la nomination nel primo quintetto difensivo del campionato e la convocazione all’All Star Game di Lega. L’unica parentesi al di fuori dei confini israeliani avviene in Germania all’Alba Berlino (2 match disputati in Euroleague), in cui rimane fino al febbraio 2013 per poi terminare la stagione all’Hapoel Tel Aviv. Tappa successiva è il Maccabi Haifa con cui disputa un EuroCup ad alto livello da 12 punti e 5 rimbalzi di media in 14 match.

Nel 2014 arriva la chiamata dei campioni d’Europa del Maccabi Tel Aviv: due le coppe di lega conquistate in 2 anni, arricchite dalla partecipazione in finale di Coppa Intercontinentale con i brasiliani del Flamengo e dalla vetrina europea. Numeri di tutto rispetto in Euroleague: 25 partite al primo anno allo score di 12 punti, 5.6 rimbalzi, 2 assist, 1.5 recuperi e 1.2 stoppate con il 62% da 2 e ai liberi arrivando fino alla seconda fase dei playoffs.

Nel gennaio 2017 firma con l’Hapoel Gerusalemme. La squadra di coach Pianigiani e dell’ex biancoazzurro Jerome Dyson conquista il campionato, la Coppa di Lega e raggiunge le semifinali in Eurocup.

Il commento del General Manager Alessandro Giuliani: “Brian è il giocatore che desideravamo avere per completare il nostro roster, Ha grande esperienza avendo giocato ad altissimo livello in Europa. Nella pallacanestro moderna è indispensabile avere un atleta con le sue caratteristiche: un 4-5 che gioca da ala grande e difende sui centri andandosi a integrare perfettamente al fianco di Lalanne e Oleka. Arriverà nei prossimi giorni a Brindisi per sottoporsi ad accurate visite mediche in virtù dell’infortunio occorsogli nella scorsa annata all’Hapoel Gerusalemme”.

Ufficio Stampa New Basket Brindisi