Romeo Sacchetti: ‘Sfidiamo i più forti, sarà importante limitare loro transizione offensiva’

romeo-sacchetti-brindisi-2016-12-18

Questo pomeriggio il coach biancoazzurro Meo Sacchetti ha incontrato i giornalisti nella sala stampa “Antonio Corlianò” presso il Palasport “E. Pentassuglia”.

Delicata vigilia del 27esimo turno di campionato: al PalaPentassuglia Sabato pomeriggio l’Enel Basket Brindisi ospiterà i campioni d’Italia in carica dell’EA7 Emporio Armani Milano: “Sappiamo che ci troveremo di fronte i migliori, la squadra più forte e completa del campionato. Detto questo però non dovremo fare passi indietro – sottolinea il coach – bensì migliorare individualmente e collettivamente. Avremo bisogno di aumentare considerevolmente il livello difensivo, limitando la loro transizione offensiva, marchio di fabbrica di squadra in virtù dei tanti giocatori pericolosi che hanno in dote nel roster”.

Ancora cocente la delusione per l’ultimo passo falso casalingo con Pesaro: “L’unico rammarico – ammette Meo Sacchetti – è quello di non aver dato spazio sufficiente a Spanghero nel corso della partita. Probabilmente ci avrebbe consentito di gestire meglio i falli di Goss e Moore nel finale di gara. Quella è una scelta che con il senno di poi cambierei”.

L’analisi scorre sulla condizione dei giocatori: “Durand Scott proverà nel pomeriggio a disputare il suo primo allenamento settimanale, la sua presenza è attualmente in dubbio. Capitan Cardillo ha ripreso a lavorare con il resto del gruppo anche se non è al meglio. Donzelli invece è sempre fermo ai box”.

Tema della settimana infine è l’ammodernamento dei palazzetti d’Italia: “Penso che sia necessario giocare in palazzetti all’avanguardia sia per i tifosi che per gli addetti ai lavori. Credo però – conclude l’allenatore biancoazzurro – che, nel contesto storico in cui viviamo, pretendere di punto in bianco nel giro di un solo anno impianti sportivi nuovi o ristrutturati sia abbastanza fantasioso o quanto meno difficilmente realizzabile”.

Ufficio Stampa New Basket Brindisi