Riscatto Avellino, NPC Rieti ko 92-69 nella finalina terzo posto

La Scandone Avellino conquista il terzo posto del torneo Aria Sport Club, battendo per 92 a 69 la Zeus Power Rieti. Vittoria mai in discussione per i ragazzi di Nenad Vucinic, superiori per talento, gioco e qualità di pallacanestro. Cinque uomini in doppia cifra: 16 di Cole, Costello, Nichols e 15 di Green e Sykes. Per la NPC non sono bastate le buone prestazioni del duo JJ Frazier-Casini. La Sidigas volerà in Turchia per altre due amichevoli: ad attenderla ci saranno Galatasaray e Darussafaka per una due-giorni di spessore europeo utile per crescere e migliorare sempre di più.

Comunicato stampa Scandone Avellino 1948

Questa sera abbiamo disputato una buona partita – commenta coach Vucinic al termine del match – la concentrazione è stata più alta rispetto al match di ieri e si è visto in campo. Il prossimo week-end, durante il torneo di Caserta, avremo l’opportunità di riaffrontare Brindisi e constatare gli effettivi miglioramenti. Adesso ci attendono due amichevoli ad Istanbul: non saranno partite facili ma ci aiuteranno ulteriormente in vista del campionato. Lavoreremo ancora sulla solidità di squadra e cercheremo di arrivarci al meglio“.

Il resoconto:

Alla palla a due questo lo starting five biancoverde: Cole, Filloy, Green, Costello e Spizzichini; coach Rossi schiera invece Tommasini, Frazier Toscano, Williams e Gigli. Primo quarto equilibrato, con percentuali alte in entrambe le metà campo: agli irpini non manca il consueto apporto di Caleb Green (5 punti con 2/2 dal campo), per Rieti è Frazier il principale terminale offensivo, con 7 punti solo nei primi 10 minuti di gioco. Il primo quarto si chiude con il punteggio di 20-27 per i biancoverdi. Nella seconda frazione di gioco Cole e Green, entrambi già in doppia cifra, trascinano la Sidigas verso il massimo vantaggio. Le squadre rientrano negli spogliatoi con il tabellone che segna +12 per gli irpini: 30-42. Rieti non demorde e, al ritorno dall’intervallo lungo, risponde con le triple di Casini, Tomasini e Toscano. La Sidigas, però, non si lascia intimorire: ci pensa Demetris Nichols a ristabilire l’ordine con 9 punti nella sola terza frazione di gioco (quasi impeccabile al tiro, con 13 punti di cui 1/1 da due, 3/3 da tre e 2/3 ai liberi), che permettono ad Avellino di chiudere il quarto con 10 lunghezze di vantaggio (58-68). La compagine laziale non riesce mai a ricucire lo strappo, nonostante un Frazier in ottima forma (16 punti, 6 rimbalzi e 5 assist) e alla fine è Sykes a salire in cattedra con 8 punti nel solo quarto quarto. Il match termina con il punteggio di 69-92.

Zeus NPC Rieti – Sidigas Avellino 69-92 (20-27; 10-15; 28-26; 11-24)

Zeus NPC Rieti: Berrettoni, Williams 7, Tomasini 10, Casini 11, Toscano 9, Moretti ne, Conti 2, Gigli 6, Carenza 2, Frazier 16, Bonacini 6. Coach: Alessandro ROSSI.

Sidigas Avellino: Green 15, Idrissou 2, Nichols 16, Costello 16, Filloy 6, Sabatino, D’Ercole 2, Sykes 15, Cole 16, Spizzichini 4. Coach: Nenad VUCINIC.