Riforma dei Campionati, Becivoric: “Sono Italiano da 7 anni, non posso essere penalizzato”

La rivoluzionaria riforma dei campionati che, tra i numerosi aspetti, prevedere anche quello della perdita dello status dei “passaportati” (che sarebbero considerati come stranieri) sta mettendo in fermento numerosi giocatori del nostro campionato. Dopo le dichiarazioni di Lauwers e Filloy, si aggiunge anche la voce di Sani Becivoric della Benetton Treviso. Sani Becirovic, nato in Slovenia, ma da 7 anni con passaporto italiano per matrimonio, spiega così  la protesta: “Non mi sembra giusto che si prospetti questa strada che ci porterebbe a perdere il nostro status di passaportati. Non ho potuto fare i quattro anni di settore giovanile in Italia, perché sono nato in Slovenia, ma ormai sono sette anni che sono sposato in Italia, mia moglie e i mie figli sono italiani.

Mi sento italiano e non vedo perché dovrei essere penalizzato nel mio lavoro dal cambiamento in corso di regole sull’eleggibilità. Ho il passaporto italiano e vorrei continuare a fare il mio lavoro come tanti altri giocatori che si trovano in questa situazione”.

 

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata