Rich dice 33, Scrubb è il jolly. Avellino sbanca Trento 83-94 e chiude l’andata da capolista.

Quinta vittoria consecutiva per la Sidigas Scandone Avellino che si impone in casa della Dolomiti Energia Trentino per 83-94 e chiude il girone d’andata da capolista della Serie A. Invece Trento deve con questo risultato dire addio ai sogni di qualificarsi alle Final Eight di Coppa Italia. Decisivo per l’incontro l’ultimo periodo di 9-25 a favore della Scandone e un super break irpino dal 79-73 a 6’40” dalla fine con cui Avellino ha serrato la difesa. Dopo un primo tempo equilibrato, nel terzo periodo Trento era riuscita a scappare sul +11 grazie a Sutton per il +11, 72-71, al 28′. Ma i bianco-verdi con i canestri di Thomas Scrubb prima, Jason Rich poi, hanno messo il sorpasso e poi l’allungo decisivo.

CRONACA_ In avvio la Scandone è più viva con la coppia Rich-Leunen e vola sul +7, per Trento segna solo Sutton, 8-15 al 6′. I lupi arrivano sul +8 con la tripla del solito Rich, ma con l’ingresso di Hogue, Trento compie un break di 6-0 portandosi sul -2, 16-18 dopo 8′. Nel finale di quarto la coppia play-pivot Fitipaldo e Ndiaye, tra le proteste del pubblico per un contatto tra Forray e la guardia uruguayana, portano gli ospiti sul 17-24 dopo i primi 10′. Hogue a rimbalzo crea diversi problemi agli avversari, due suoi canestri costringono Sacripanti al time-out, 21-24 dopo 12′. Flaccadori e Gomes mettono il sorpasso Trento. Il match continua con diversi strappi: da una parte è Beto Gomes a infilare la retina per l’Aquila, dall’altra parte sono Rich e Scrubb a mettere in crisi la difesa bianco-nera. Dopo la schiacciata in contropiede di Sutton, time-out Sacripanti sul 36-34 al 17′. Avellino continua a perdere palloni (10 all’intervallo) e i padroni di casa ne beneficiano per andare sul +7, 42-35 al 18′. Filloy e Rich ci mettono le pezze per ricucire lo strappo. Avvengono diversi giri in lunetta per le due compagini ma a chiudere il tempo ci pensa Scrubb servito da Leunen in lancio football con un canestro incredibile, è 49-48 dopo i primi 20′.
Si torna in campo e Filloy diventa on-fire aprendo la ripresa con otto punti consecutivi per il 55-56 al 23′, Sutton, Gomes e Shields rispondono presente per l’Aquila che si porta sul 62-58 al 25′, time-out Sacripanti. Scrubb mette la tripla del -1 Sidigas ma Trento con Forray, Sutton e un Hogue tuttofare costruisce un break di 10-0 per il 72-61. Ma Avellino non molla, ancora Scrubb con la tripla dopo la schiacciata di Ndiaye mette un 0-5 di parziale per il -6 irpino, 72-66 al 29′, time-out Buscaglia. Ndiaye è un muro, Rich segna la tripla del -5 con cui si chiude il terzo periodo, 74-69 dopo 30′. Ultimo quarto. L’inerzia continua a essere a favore di Trento nonostante i punti di Ndiaye, ma dopo il canestro di Sutton per il 79-73 è sempre la coppia Rich-Scrubb a riportare a contatto Avellino che sale di colpi in difesa, 79-78 a 6’18” dalla fine. Buscaglia chiama time-out. Si fanno valere in difesa Zerini e il solito Ndiaye. Rich mette il nuovo sorpasso ospite a 4’40” dalla fine con i liberi. Poi viene fischiato tecnico a Gomes e Avellino con il jolly Scrubb e le triple di Filloy e Rich vola sul 81-89 a 2’24”, parziale di 2-16. Buscaglia chiama time-out per un’ultima speranza trentina. Ma tutto inutile per Trento nonostante il -8 di Gutierrez. Rich è indemoniato e con la tripla del 33mo punto personale chiude il match sull’83-94.

MVP BasketItaly.it: Jason Rich.

Dolomiti Energia Trentino – Sidigas Scandone Avellino 83-94 (17-24; 49-48; 74-69)

Trento: Franke ne, Sutton 27, Silins, Czumbel ne, Forray 5, Conti ne, Flaccadori 9, Gutierrez 7, Gomes 11, Hogue 13, Lechthaler, Shields 11. All. Maurizio Buscaglia.

Avellino: Zerini, Wells, Fitipaldo 2, Esposito ne, Leunen 8, Scrubb 22, Filloy 18, D’Ercole, Rich 33, Fesenko 1, Ndiaye 10, Parlato ne. All. Stefano Sacripanti.

Arbitri: Carmelo Paternicò, Maurizio Biggi e Matteo Boninsegna.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata