Reyer Venezia, superata nella prima amichevole stagionale la Virtus Padova 88-46

In un palasport di Caprile gremito, l’Umana Reyer disputa una convincente prima amichevole stagionale, battendo 88-46 la Virtus Padova nel test organizzato in occasione del ritiro di Alleghe, che ospita per il sesto anno consecutivo la preparazione estiva dei campioni d’Italia.
Oltre a Biligha e Kyzlink (impegnati con le rispettive Nazionali ad Eurobasket 2017) e Johnson (sbarcato oggi a Venezia), restano a riposo Tonut (per gestire la schiena) e capitan Ress (in considerazione dei carichi di lavoro svolti in questi giorni). Tra i dodici ci sono i tre lituani aggregati in prova e il giovane Jerkovic, mentre Miaschi (che disputerà la prossima stagione in doppio tesseramento) gioca con la Virtus Padova. Il primo starting five scelto da coach De Raffaele vede dunque in campo Haynes, Bolpin, Bramos, Orelik e Watt, che segna dalla lunetta i due punti che sbloccano il match dopo 10”. L’Umana Reyer difende forte ma risente un po’ nelle gambe della fatica della preparazione e consente così agli avversari di portarsi in vantaggio sul 6-8 subito dopo metà quarto. La prima tripla del match, di Orelik, riporta avanti gli orogranata, che allungano con il pressing a tutto campo di Haynes per il 13-8 al 6’, con la squadra che trova confidenza e allunga fino al 21-11 al primo intervallo.
Il secondo quarto si apre con un canestro di Miaschi, a cui l’Umana Reyer risponde con un break di 8-0 per il 29-13 al 14’. L’intensità difensiva, che porta a stoppate e recuperi, resta il marchio di fabbrica degli orogranata, che aggiustano la mira dall’arco (altre due triple di Orelik, seguite nel finale da quelle di Bramos e Peric), con anche giocate di elevata qualità (vedi gli assist di Bolpin per Watt e Petrukonis) e di alta spettacolarità (oltre al lituano, anche Haynes si produce in una schiacciata di potenza) e così il margine si allarga progressivamente fino al 51-19 all’intervallo lungo.
Dopo l’accelerazione del secondo quarto, l’Umana Reyer abbassa i ritmi al ritorno in campo, con la partita che va avanti punto a punto, con Watt che tocca la doppia cifra su un bell’assist di De Nicolao. Padova rimane a contatto soprattutto grazie a Piazza, poi, nelle tante rotazioni decise da coach De Raffaele, gli orogranata si accendono dall’arco con le triple di De Nicolao e Orelik, chiudendo avanti all’ultimo intervallo 65-32. Gli ultimi dieci minuti di gioco vedono invece sugli scudi il giovane Miaschi, che raggiunge la doppia cifra al 32’ con cinque punti consecutivi per il 67-39. Gli risponde Peric con altrettanti cinque punti, che lo portano al ventello personale, poi anche De Nicolao, su una palla recuperata, arriva alla doppia cifra, sull’82-42 al 36’. Trova spazio anche Jerkovic, che realizza su assist di Kumpys i due punti personali, mentre il match si chiude con due schiacciate di Petrukonis sull’88-46.

Umana Reyer Venezia – Virtus Padova 88-46 (21-11; 51-19; 65-32)

Umana Reyer: Haynes 8, Peric 20, Kumpys 2, Jerkovic 2, Bramos 5, De Nicolao 11, Orelik 18, Bolpin, Seskus 2, Petrukonis 7, Cerella 3, Watt 10. All. De Raffaele.
Virtus: Schiavon 4, Canelo 6, Buia 2, Piazza 9, Calzavara, Miaschi 10, Lazzaro 8, Nobile, Lenticeo 1, Visentin, Kingway ne, Crosato 5, Pellicano 1. All. Rubini.