Reyer Venezia: è un precampionato tormentato dagli infortuni. Arriva Gasper Vidmar?

Risultati immagini per gasper vidmar venezia banvit champions league

E’ una preseason travagliata tra sconfitte, infortuni e quindi diverse assenze per l’Umana Reyer Venezia. Dopo l’affermazione di martedì scorso a Vicenza contro la VL Pesaro per 92-85, nel week-end sono arrivati due ko al Torneo di Jesolo contro Cremona venerdì (60-70) e contro Trento sabato (69-71). Fin qui dieci amichevoli per capitan Marquez Haynes e compagni con un bottino in perfetta parità: 5 vittorie (Forlì, Trieste, Cantù, Pistoia e Pesaro) e 5 sconfitte (Milano, Avtodor Saratov, Brose Bamberg e le ultime due per l’appunto contro Cremona e Trento).

https://twitter.com/REYER1872/status/1042142873544806401

https://twitter.com/REYER1872/status/1043237768992882688

https://twitter.com/REYER1872/status/1043564804462534656

Se questi stop possono considerarsi “normali” in un cammino di avvicinamento alle prime gare ufficiali, a preoccupare da diverse settimane in casa oro-granata è soprattutto la situazione in infermeria. Difatti, coach Walter De Raffaele non ha mai potuto contare su un roster al completo dovendo gestire prima le assenze dei nazionali Biligha e Tonut, e nel frattempo anche l’emergenza infortuni, tanto che la società lagunare sta pensando di tornare sul mercato. Molti acciacchi Austin Daye (infiammazione al ginocchio) e Julyan Stone (risentimento muscolare) si sono lasciati ormai alle spalle, mentre Deron Washington (problema alla spalla), che al torneo di Jesolo ha tirato il fiato e non ha giocato, sarà invece presente sul parquet nel prossimo week-end quando l’Umana Reyer si presenterà per l’ultimo appuntamento del precampionato al Torneo “Minì Anselmi” al PalaSerradimigni di Sassari (semifinale venerdì alle 18 contro l’Alma Trieste degli ex Hrvoje Peric e coach Eugenio Dalmasson).

Chi preoccupa, e non poco, sono le condizioni di Mitchell Watt. L’ex pivot di Alba Berlino e Caserta, che è stato confermato dalla passata stagione con un accordo della durata di due anni, soffre di un’infiammazione al ginocchio sinistro dall’inizio della preparazione. Potrebbe essere ancora definito il problema, ma stando a quanto scritto sull’edizione odierna de Il Gazzettino, pare che il giocatore abbia confessato alla presentazione della squadra alla “Nave de Vero” di doversi fermare un paio di settimane per poi rivalutare la situazione. Quindi, non una semplice infiammazione, ma una “richiesta” di terapie e interventi più drastici oltre al riposo.

In settimana il presidente Federico Casarin aveva dichiarato che “lo staff medico sta monitorando la situazione delle condizioni fisiche di Watt, e speriamo possa risolversi in tempi brevi. Ma nel caso in cui, al contrario, il recupero dovesse essere più lungo, dobbiamo essere pronti a un’alternativa.” E l’alternativa si chiama Gasper Vidmar, 31enne centro sloveno campione d’Europa con la sua Nazionale nel 2017. La soffiata è stata data dal portale serbo “Basketball Sphere” che darebbe imminente l’arrivo in Italia del giocatore visto già al PalaTaliercio la scorsa stagione con la maglia dei turchi del Banvit Bandirma in Champions League nel match durato tre tempi supplementari e vinto da Venezia 108-101 (13 punti e 6 rimbalzi per Vidmar in quell’incontro).

Potrebbero arrivare novità in settimana sullo sblocco della situazione che vede ancora il giocatore sotto contratto con il Banvit, ma gli ultimi rumors danno le due parti sempre più vicine, mancherebbero infatti solo che alcuni dettagli per il passaggio del pivot sloveno all’Umana Reyer Venezia. Bisogna poi ricordarsi che il 7 e 9 Ottobre iniziano il campionato e la competizione europea FIBA Champions League e al momento l’Umana Reyer le giocherebbe senza il suo pivot titolare. E’ quindi una corsa contro il tempo per il team lagunare.