Ress: “Devo pensare ad una sistemazione ideale per la mia famiglia. Venezia progetto ambizioso”

tomas ress, siena

Tomas Ress è uno dei pezzi pregiati del mercato, free agent a causa del fallimento della Mens Sana Siena, di cui è stato l’ultimo valoroso capitano, capace di trascinare e dare l’esempio a tutti i suoi compagni seppur in una situazione societaria tutt’altro che ideale.

L’atleta ha rilasciato a “Il Corriere dell’Alto Adige” un’intervista chiarendo alcuni aspetti del suo futuro, lasciando la porta aperta ad eventuali chiamate di squadre italiane dotate di un progetto solido e valido.

 

Ecco le parole del nativo di Salorno classe 1980: “Ci sono tanti giocatori italiani svincolati e con la fine di Siena e Montegranaro sarà un mercato vivace. Venezia ha un progetto ambizioso, ma sono tranquillo e devo pensare alla sistemazione ideale per la mia famiglia. Ho un grande procuratore che in 11 anni non ha mai sbagliato un colpo, ora penso solo a riposarmi. Ho letto qualche dichiarazione su giornali locali dove Trento avrebbe detto che sono fuori budget per loro. Chi lo dice? Il mio procuratore non ha ricevuto chiamate e questa cosa mi ha dato un pò fastidio perchè non vorrei che si pensasse che giochi solo per soldi. Per come sono andate le cose con Siena in questi ultimi due anni penso di averlo dimostrato ampiamente. Quando sarà il momento giusto, prenderò il contratto e metterò la firma.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *