Reggio Emilia, Gaspardo è il primo colpo della nuova stagione

Salutato Amedeo Della Valle, la Pallacanestro Reggiana ieri sera ha ufficializzato il primo acquisto per la stagione 2018/19: si tratta di Raphael Gaspardo, legato ora da un accordo biennale con la società biancorossa. Nato a Bressanone il 3 agosto 1993, Gaspardo è un’ala di 207 centimetri che ha mosso i primi passi della sua carriera nelle giovanili della Benetton Treviso (con la quale, nel 2011, ha vinto uno Scudetto Under 19), per poi vestire le maglie di Jesi e Treviglio in Serie A2; nel 2015 il passaggio in LBA con un biennio in maglia Vanoli Cremona a cui poi è seguita una stagione, l’ultima, alla The Flexx Pistoia. Alla corte del club toscano Gaspardo ha prodotto nell’annata appena conclusa 10.2 punti e 3.5 rimbalzi in 24.7 minuti di impiego medio, con un high di 23 punti contro Venezia. Dopo aver vestito più volte la maglia azzurra a livello giovanile, il 23 febbraio 2018 ha esordito con la Nazionale maggiore nel match di qualificazione vinto dall’Italia a Treviso contro i Paesi Bassi.
«Con l’ingaggio di Gaspardo inseriamo nella nostra squadra un giocatore già esperto per la categoria, ma con ancora ampi margini di miglioramento – ha dichiarato il ds emiliano Alessandro FrosiniRaphael è un’ala con atletismo superiore alla media, buona tecnica e, aspetto per noi fondamentale, valori umani che ottimamente si adattano alla nostra società. Il suo contratto biennale dimostra la volontà reciproca di intraprendere insieme un percorso di crescita in biancorosso».
«Sono molto contento e sicuro di aver fatto la scelta giusta nell’accettare la proposta della Pallacanestro Reggiana – queste le prime parole di Raphael GaspardoCondivido pienamente la filosofia del club e so che qui si può lavorare con serietà e nelle migliori condizioni possibili. La Grissin Bon è una società che sa far crescere ed esprimere al meglio i giovani, come dimostrano le carriere di Della Valle e Polonara, solo per citare alcuni tra i tanti esempi che potrei fare. Sono pronto e motivato, non vedo l’ora di iniziare».

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *