Real Madrid-Cantù, le dichiarazioni della vigilia. Update: spagnoli senza Sergio Llull

In occasione della riedizione di uno scontro storico a livello continentale (leggi qui la preview di BasketItaly.it), coach Trinchieri presenta così la sfida con il Real Madrid: “Dopo la nostra prima vittoria in Eurolega affrontiamo la powerhouse del nostro girone. Il Real ha mostrato il suo incredibile potenziale la scorsa settimana, battendo il Fenerbahce in Turchia. Quindi questa partita  suona un po’ come una missione impossibile, ma vogliamo provare a competere. Come? – prosegue il coach Il nostro primo obiettivo è fermare il loro contropiede cha a casa loro può essere fatale. Il secondo lavoro è limitare le soluzioni delle loro guardie. Fernandez e Carroll sono molto pericolosi con il loro notevole raggio di tiro. Non so se basterà, perché il Real ha più di una freccia al proprio arco, ma le nostre due ultime partite dimostrano che con intensità e aggressività possiamo giocare ogni partita in questa Eurolega”.

Nello spogliatoio biancoblu Jeff Brooks è ansioso di affrontare una delle migliori squadre del continente: “Nella gara contro il Khimki probabilmente abbiamo trovato continuità durante i 40’, cosa che ci era mancata nelle prime due partite. Quella con il Real Madrid è una buona chance per mostrare i nostri miglioramenti. Affrontare i più forti è sempre un ottimo test. Naturalmente dovremo mettere in campo il 100% per evitare i loro break letali. Il Real può contare su guardie eccellenti come Rudy Fernandez, una delle stelle della competizione, che richiedono  un’attenzione supplementare. Sono molto curioso di giocare contro Mirotic, una delle stelle emergenti in Europa, che gioca, più o meno, nella mia posizione”.

Sulla panchina del Real, cui mancherà ancora Sergio Llull, fuori per infortunio da due settimane, queste le parole di coach Pablo Laso: “Cantù è una squadra molto competitiva, che si è guadagnata il diritto di giocare questa Eurolega dopo un eccellente Qualifying Round. Conservano molte caratteristiche della passata stagione pur avendo cambiato diversi giocatori, in più hanno buoni realizzatori da fuori. Dentro l’area hanno giocatori versatili cha aprono il campo ed hanno esperienza della competizione. Cantù è una squadra pericolosa, che sa giocare. Hanno mantenuto uno stile simile nelle ultime stagioni, basato sulla buona circolazione di palla. E’ una partita importante per noi, dopo due trasferta difficili in questa Eurolega”.

Tra i blancos è Martynas Pocius a sottolineare la combattività di Cantù: “Nonostante abbia perso due partite, la Mapooro è un’ottima squadra. La scorsa settimana hanno battuto un’altra grande come il Khimki e quella prima hanno perso solo di due ad Atene. Sono un gruppo che compete al massimo ed hanno un roster profondo ed equilibrato. Dentro hanno giocatori atletici, che fanno molto movimento ed hanno esterni buoni e veloci, perciò dovremo essere pronti ad un match difficile a casa nostra”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata