Ragland decisivo. Colpo Avellino, Venezia domata in gara uno

joe ragland avellino 2017-03-09

La Sidigas Scandone Avellino espugna il PalaTaliercio battendo in gara 1 di semifinale l’Umana Reyer Venezia 73-80, prima vittoria stagionale per la Scandone contro la Reyer dopo quattro sconfitte tra campionato e Champions League. Dopo un primo tempo vissuto sull’equilibrio, dal 44-38 al 24′ con la Reyer avanti, gli irpini hanno messo il turbo grazie a un’intensità maggiore tra le due metà campo e non mollando più l’inerzia. Decisive per gli irpini le giocare di Joe Ragland (20 punti e 7 assist), i preziosi canestri di Randolph e del giocatore che non ti aspetti, Andrea Zerini, nel secondo tempo autore di due triple pesantissime. Buono anche l’impatto di Fesenko, 9 e 6 rimbalzi. Per Venezia non è bastato Peric, 18 punti e 20 di valutazione, per avere la meglio su una Scandone scesa in campo con il piglio giusto e che ha acquisito così il fattore campo. Domenica gara 2 alle 20:45, sempre al PalaTaliercio.

CRONACA: De Raffaele decide di lasciare in tribuna Ortner e Batista, inserendo nelle rotazioni Hagins e McGee. Sacripanti invece lascia fuori Jones e Obasohan come da copione. Inizio ad alto ritmo: Avellino parte 2-6 al 2′, la Reyer risponde con un break di 9-2 grazie a Ress e Tonut sugli scudi, ma uno scatenato Ragland (11 punti nel primo quarto) impatta subito, 13-13 al 6′. Gli oro-granata raggiungono il +4, Randolph dai 6,75 mette il -1, 17-16 al 7′. Ancora Randolph, con la complicità di Ragland, porta il +3 Scandone prima della tripla di McGee che chiude il primo quarto sul 21-21. Venezia con una buona difesa riprova a scappare per il 25-21 al 13′, Avellino dal canto suo sbaglia alcuni tiri senza marcatura, Sacripanti decide di chiamate il primo time-out del match. Si abbassano le % dopo il primo quarto scoppiettante, è stavolta De Raffaele chiamare time-out con il risultato invariato al 14′. Randolph ai liberi e Leunen con la tripla al 17′ danno il nuovo sorpasso irpino, 25-26 al 17′. Le due squadre ribattono colpo su colpo in un quarto povero di emozioni dove prevalgono le difese, poi le schiacciate di Fesenko e Logan portano i bianco-verdi sul +3 a 49”92 dalla fine del tempo complice scarsi attacchi reyerini e alcune sanguinose palle perse, 29-32, time-out Venezia. La tripla di McGee a fil di sirena dei 24” chiude i primi 20′ sul 32-32.
Si rientra dagli spogliatoi, la Reyer apre il periodo con un 7-0 di break che sembra di buon auspicio per il pubblico del PalaTaliercio, ma il vantaggio veneziano viene subito dimezzato da 4 punti consecutivi di Cusin, 39-36 al 23′. Peric con la bomba dà il +6 sul 44-38, ma sul momento positivo della Reyer, Logan e Ragland con le triple e Thomas da sotto ribaltano il punteggio, 44-46, al 26′. Venezia va in difficoltà, Ragland da sotto allunga il break avellinese poi Ejim ai liberi è puro ossigeno per gli oro-granata, 46-48 al 27′. Randolph e una tripla di Zerini, inframezzate da un canestro di Filloy, conducono Avellino sul 48-53 a 38”90 dalla fine del quarto. Dopo l’1/2 ai liberi di Ress, è Zerini a chiudere in lay-up il terzo quarto sul 49-55 a favore della Scandone. Ultimo quarto. Fesenko consegna il massimo vantaggio ospite, +8, per il 49-57 al 31′, poi Randolph mette il +10 al 33′, 52-62. Venezia spreca molto in attacco e l’inerzia pare tutta dalla parte di Avellino sulla schiacciata di Fesenko per il 54-64 al 34′. Peric con due canestri è illusione, perchè dall’altra parte Zerini con la tripla e Randolph da sotto ritoccano il massimo vantaggio irpino, 58-69 a 5’19” dalla fine, time-out De Raffaele. Le triple di Bramos e Tonut sono una tiepida speranza per Venezia, perchè Fesenko sotto canestro e Randolph oltre a serie di sbavature veneziane tra le due metà campo sono troppo pesanti per la Reyer che non riesce più a recuperare il match, Peric è uno degli ultimi ad arrendersi, la tripla di Green per il 68-78 a 1′ dalla fine che castiga e chiude il match, il resto è garbage time. Finisce 73-80, gara 1 è di Avellino.

MVP BasketItaly.it: Joe Ragland.

Umana Reyer Venezia – Sidigas Scandone Avellino 73-80 (21-21; 32-32; 49-55)

Venezia: Haynes 8, Hagins 6, Ejim 6, Peric 18, Stone, Bramos , Tonut , Groppi n.e, Filloy 2, Ress 4, Viggiano, McGee 10. All. Walter De Raffaele.

Avellino: Zerini 8, Ragland 20, Green 5, Logan 9, Esposito n.e., Leunen 3, Cusin 6, Severini n.e., Randolph 13, Fesenko 9, Thomas 7, Parlato n.e. All. Stefano Sacripanti.

Arbitri: Gianluca Mattioli, Maurizio Biggi e Lorenzo Baldini

BasketItaly.it – Riproduzione riservata