Punto e a CAPO. Avellino, per dimenticare Nanterre!

A concludere il turno natalizio sarà il posticipo del Pala Del Mauro che vedrà faccia a faccia Avellino e Capo D’Orlando. Entrambe sono reduci da due sconfitte cocenti nella Basketball Champions League e pronte a ripartire e trovare fiducia in campionato. La Scandone con una vittoria blinderebbe così la partecipazione alle Final Eight e la sua posizione alle spalle della Leonessa Brescia. Orlandina, nel gruppone a quota 10 punti, è aggrappata al sogno Firenze 2018 ed ha solo un imperativo!

QUI CAPO: “Si va ad Avellino per affrontare un gruppo forse che negli ultimi anni ormai è stabile da 4 anni nelle zone alte. Una squadra che un organico molto completo, organizzato e ben allenata.  Sarà una partita importante per noi per conquistare un posto nella Final Eight. Partita consistente e dobbiamo provare a capire se avremo possibiltà di vincere. Noi siamo in crescita, vedo dei miglioramenti costanti e dobbiamo esprimere una buona pallacanestro. Dobbiamo crescere offensivamente e mi aspetto una ripresa mentale. “

QUI AVELLINO: “Contro Capo d’Orlando conterà l’intensità, la ferocia difensiva ma anche la tecnica nel tatticismo: loro hanno alcune situazioni particolarmente chiare e noi dovremo essere bravi a limitare il loro pick and roll dalla transizione, a togliergli le linee di passaggio e a limitare la loro circolazione di palla. Difensivamente mettono in difficoltà, cambiando tantissimi schieramenti difensivi: dovremo stare attenti a non essere superficiali e a non cedere a scelte affrettate. È una partita importante: mancano 4 gare al giro di boa ed è stimolante per noi sapere che stiamo lottando, insieme ad altre 4 squadre, per definire la classifica del girone di andata. Non pensiamo che Wells riesca ad essere della partita domani: sta svolgendo lavoro differenziato con il preparatore atletico Silvio Barnabà e speriamo che a partire dal 29 dicembre possa aggregarsi al resto del gruppo. Il recupero di Fesenko procede secondo programma; anche N’Diaye ieri si è allenato, malgrado il colpo subito nell’ultima partita. Quello che ha sofferto di più a stare fermo è stato Jason Rich, che ha avuto un’infiammazione tendinea, ma anche lui ieri si è allenato col resto del gruppo. Fitipaldo è rientrato dall’infortunio un po’ sfiduciato e frustrato, ma adesso deve riuscire a stare in campo riuscendo a tenere un 1 vs 1 difensivo.”

CURIOSITA’: Di Carlo non ha mai battuto Sacripanti nei precedenti tra i due coach. Jason Rich nuovo leader della classifica marcatori dopo la prestazione da 25 realizzata con Pesaro. La sua media è di 19.2 punti a partita. Si affrontano seconda e terza del campionato per percentuale da due punti, Avellino seconda con il 56.9%, Capo d’Orlando terza con il 54.7%