Il preview di Venezia-Varese: chi vuole difendere il secondo posto e chi attaccare l’ottavo

reyer venezia 2017-03-30

Nella 28a e terzultima giornata del campionato di Serie A va in scena la sfida tra l’Umana Reyer Venezia e la OpenjobMetis Varese, attualmente seconda a +2 sulla terza e dodicesima a -2 dall’ottava. Entrambe però stanno disputando un’ottima ultima parte di stagione e hanno ancora degli obiettivi da raggiungere prima della fine del campionato. Venezia infatti vuole avere la miglior posizione possibile in ottica Playoff, mentre per Varese sono proprio i Playoff l’obiettivo rimasto, anche se complicati da raggiungere. Dunque i presupposti per assistere ad una partita interessante ci sono, l’appuntamento è fissato per domenica alle ore 18:15 al Taliercio.

Qui Venezia – L’Umana è reduce da 6 successi nelle ultime 7 gare, con l’unico KO arrivato in trasferta con la capolista Milano. Nell’ultimo turno Ejim ha guidato i compagni alla vittoria esterna sul campo di Brescia, tenendo così a 2 punti di distacco la terza della classe, Avellino. Proprio Ejim, insieme a Haynes, Bramos e McGee formano un pacchetto di esterni tra i migliori del campionato, a cui si aggiungono altri elementi importanti come Peric e gli italiani Filloy, Tonut e Viggiano. Al momento invece non è nelle migliori condizioni il reparto lunghi, dati gli infortuni di Batista, Ress e Hagins (assenti con Varese) che hanno lasciato Ortner come unico centro di ruolo. In conferenza coach De Raffaele ha presentato così la gara: “Arriva Varese, che io reputo una delle squadre più in forma del campionato, è riuscita a fare 7 vittorie nelle ultime 8, a loro vanno fatti i complimenti perché sono stati bravissimi a girare una stagione difficile con un girone di ritorno importante. Si sono ritrovati adesso a giocarsi ancora chances per i Playoff, troviamo quindi una squadra in fiducia e agguerrita. Una squadra che fa dell’atletismo, della corsa ma anche di talento in giocatori come Maynor e Johnson le proprie qualità. A tre giornate dalla fine è un’ennesima partita difficile, per noi importante per mantenere uno dei primi 4 posti. Abbiamo avuto una settimana complicata e persiste il problema lunghi, perciò dobbiamo inventarci ancora una assetto diverso, sarà una partita difficile in cui avremo anche bisogno del nostro pubblico.” 

Qui Varese – La OpenjobMetis sta attraversando un grande periodo di forma e lo ha dimostrato settimana scorsa tornando subito alla vittoria contro Trento; nel turno precedente infatti era arrivata la sconfitta esterna a Reggio Emilia, che aveva interrotto una striscia di 6 successi consecutivi. L’ottimo momento è frutto della crescita del gruppo, dell’efficacia difensiva e del gioco di squadra, favorito dall’affermarsi di leader come Maynor e Johnson e dalle doti atletiche di Anosike e Eyenga. I risultati ottenuti hanno garantito la salvezza e tenuto aperto il sogno Playoff, anche se mancano due trasferte difficili come Venezia e Torino. L’ambiente biancorosso è comunque estremamente positivo, anche per la notizia arrivata in settimana della conferma di Caja anche per la prossima stagione. Proprio il coach ha parlato così in conferenza: “Il match vinto contro Trento ci ha reso particolarmente felici perché ci ha dato la matematica salvezza; nonostante questo siamo ben consapevoli del fatto che manchino ancora tre giornate che dovremo sfruttare al meglio per continuare a tenere il livello alto. Affrontiamo una squadra come Venezia che, forte del secondo posto in classifica e delle Final 4 di Champions League conquistate, non ha bisogno di tante presentazioni. Ad un gruppo di giocatori già forti, hanno operato delle aggiunte di grande valore a testimonianza della loro volontà di raggiungere determinati obiettivi. Per noi si tratta di una partita molto impegnativa che vogliamo usare per misurare il nostro livello. In settimana i miei ragazzi hanno dimostrato impegno e concentrazione; non credo che manchino le motivazioni perché credo sia nel loro stesso interesse fare bene indipendentemente da quale sia il loro futuro”.

Chiave tattica – Innanzitutto sarà particolarmente interessante il duello tra Maynor e Haynes, playmaker in grado di segnare tanto e di indirizzare la partita verso la propria squadra. Venezia dovrà poi fare attenzione alla fisicità e all’atletismo di Anosike, Pelle, Eyenga e Kangur, cercando di limitarli nonostante le assenze. Per Varese invece il compito è quello di tenere alta la pressione difensiva su giocatori di talento come McGee, Bramos e Peric, ottimi tiratori in grado di dare il là a parziali pericolosi.