Il preview di Reggio Emilia-Varese: Menetti e Caja per capire quanto possono puntare in alto

Attilio Caja, Varese, 2017-04-02

Nell’undicesima giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A si affrontano la Grissin Bon Reggio Emilia e la OpenjobMetis Varese, due squadre che stanno attraversando momenti positivi e che hanno lo sguardo puntato verso l’alto.

Infatti con una vittoria in più la Reggiana potrebbe raggiungere il terzo posto, mentre Varese sarebbe alla quota dell’ultima piazza per i Playoff. Proprio per questo motivo la partita diventa un esame per entrambe le squadre, per capire se le ambizioni delle due biancorosse potranno prendere forma. L’appuntamento fissato per domenica alle ore 18.15 al PalaBigi.

Qui Reggio Emilia – Dopo tre sconfitte consecutive la GrissinBon ha ripreso punti e fiducia con altrettante vittorie, arrivate con Pesaro, Brescia e infine Capo d’Orlando. Il potenziale a disposizione di Menetti è tornato ad esprimersi su buoni livelli, in particolare i 4 tenori italiani Aradori, Polonara, Della Valle e Cervi (tutti sopra alla doppia cifra di media). A loro si aggiungono poi l’esperienza di Kaukenas e la grinta di un ex come De Nicolao. Nella conferenza il coach ha presentato così la partita: “Affronteremo una partita molto stimolante che ci permetterà di avere risposte chiare sulla reale concretezza della nostra crescita post ritiro di Cesenatico. Varese è senza ombra di dubbio la compagine più ‘in palla’ di tutta la Serie A; una formazione che, dopo un difficile inizio di stagione, è stata capace di trovare continuità fino ad arrivare alla attuale serie aperta di sei vittorie consecutive. Inoltre è riuscita ad abbinare un atletismo di primissimo livello europeo con un buon gioco di squadra, capace anche di esaltare alcune individualità di spicco. Da parte nostra dovremo essere bravi ad affiancare all’umiltà che ci ha contraddistinto in queste ultime uscite una buona qualità di gioco, ma soprattutto tanta forza, sia fisica che nervosa, da spalmare su tutti i 40 minuti. La bellissima cornice di pubblico e l’ormai classico ‘sold out’ di via Guasco farà il resto, creando un’atmosfera degna di una sfida playoff”.

Qui Varese – La OpenjobMetis sta attraversando il momento migliore di tutta la sua stagione, la truppa di Caja ha collezionato ben 6 successi uno dopo l’altro, tra cui lo splendido derby vinto sul parquet di Cantù. La striscia positiva è sicuramente frutto di un gioco sempre più di squadra e di una forte coesione tra i maggiori interpreti. Leader del gruppo sono sicuramente il regista Maynor e il finalizzatore Eyenga (24 e 25 punti nel derby), oltre a Johnson (miglior realizzatore con 17 di media dal suo arrivo nella Città Giardino). Coach Caja sa che con Reggio sarà possibile capire il processo di crescita della sua squadra e in nel prepartita ha dichiarato: “Siamo all’inizio di un ciclo che da qui alla fine del campionato ci pone di fronte a squadre di alto livello. La prima è proprio Reggio Emilia, compagine che viene da due finali playoff giocate e che può contare su un gruppo di giocatori che giocano insieme da tanto tempo. Sarà una gara difficile da affrontare con rispetto ed umiltà ma anche con la fiducia che deriva non solo dagli ultimi risultati ma anche dal lavoro che ogni giorno facciamo in palestra. Sicuramente non mancheranno gli stimoli: giocare contro queste squadre deve essere utile a noi per capire quanto ci manca per raggiungere il loro livello. Guardare avanti? Se per raggiungere la salvezza, cosa per cui ci manca ancora la matematica, dovevamo solo guardare a noi stessi, ora per sperare in qualcosa di più non dipende solo da noi. Sono orgoglioso dei ragazzi che alleno perché ogni giorno mettono impegno ed intensità in palestra; il grande rammarico deriva dal fatto che manca troppo poco tempo alla fine del campionato”.

Chiave tattica – Si trovano di fronte due squadre dal grande potenziale offensivo, capaci di sfruttare diversi interpreti nei vari momenti della partita. Sarà dunque importante per entrambe evitare che uno degli avversari diventi assoluto protagonista infiammando la gara. Inoltre per Reggio il compito è quello di limitare la fisicità e l’atletismo dei vari Anosike, Pelle ed Eyenga, mentre per Varese marcare stretto tiratori affinati come Della Valle, Aradori e Kaukenas.