Presentazione dei playoff 2015: le parole dei protagonisti e i premi stagionali: Trento fa il pieno, Fontecchio miglior under 22

I Playoff scudetto 2014/2015

Sono stati presentati pochi minuti fa nella sala conferenze del “Corriere dello Sport”, i playoff della stagione 2014-2015, che partiranno ufficialmente mercoledì 18. La cerimonia ha visto la premiazione dei migliori giocatori della regular season attraverso i “Lega Basket Awards”, alla presenza del presidente di Lega Marino, dei direttori di “Tuttosport” e “Corriere dello Sport” Vittorio Oreggia e Paolo de Paola e dei protagonisti di campo di questa annata cestistica, che entrerà nel suo vivo proprio grazie alla post season.

 

La giuria, formata da dirigenti e giornalisti specializzati ha votato Tony Mitchell miglior marcatore stagionale anche come miglior giocatore, superando con 118 voti il centro milanese Samardo Samuels e Hrvoje Peric, ma l’asso di Trento non è il solo della formazione trentina a essere premiato: Buscaglia è infatti il miglior allenatore, davanti a Recalcati e Valli e Trainotti il miglior dirigente (Casarin di Venezia e Conti di Cremona dopo di lui). Miglior under 22 è l’ala virtussina Simone Fontecchio, che succede a Alessandro Gentile superando nella votazione Amedeo della Valle.

 

Durante la kermesse hanno parlato alcuni dei protagonisti principali della stagione. I primi a parlare sono i rappresentanti di Milano, col presidente Portaluppi : “Siamo convinti di ripeterci anche se tutte daranno il loro meglio”, e coach Banchi: “E’ un onore essere l’allenatore dell’Olimpia Milano, tutte vorranno batterci”. Recalcati è fiducioso: “Mi piacerebbe vincere di nuovo e farlo con Venezia”. Reggio Emilia e Sassari cercano conferme: Menetti spera che “il mix di giovani ed esperti sia un’arma vincente”, Sacchetti considera favorita Milano ma “ci giocheremo le nostre carte”. Brindisi avrà come al solito il grande supporto della sua gente, come spiega coach Bucchi: “La città ci spinge al massimo, è un piacere rappresentarla”. Buscaglia, coach rivelazione dell’anno celebra la straordinaria annata dei suoi: “L’inizio è stato difficile, ma poi abbiamo dato il massimo”. L’esordiente è Valli con la sua Virtus: “E’ il mio primo playoff, ma non abbiamo timori” Infine, Sacripanti inevitabilmente parla del suo asso Metta World: “Gestirlo è facile, è un grande personaggio. Ma prima viene la squadra”.

 

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata