Pistoia che impresa. Batte Capo d’Orlando e ribalta la differenza canestri

michael jenkins pistoia 2017-04-03

La The Flexx Pistoia compie una grande impresa ed in un colpo solo batte la Betaland Capo d’Orlando, ribalta la differenza canestri e raggiunge l’ottavo posto in classifica, in solitaria.

Sospinta da un grande pubblico, la squadra di Esposito ha giocato una gara di straordinaria intensità difensiva, recuperando lo svantaggio iniziale, tornando in partita nel secondo quarto e riuscendo anche a toccare il +19. I siciliani sono apparsi troppo rinunciatari nella seconda frazione, nella quale hanno lasciato troppo campo ai toscani e non sono riusciti a mantenere il +15 della gara d’andata.

Per Pistoia è la terza vittoria consecutiva, dopo i successi contro Milano e Torino, mentre la Betaland è alla sua quarta sconfitta di seguito; adesso per i toscani si aprono scenari davvero interessanti, dopo le sconfitte odierne di Brindisi e Torino.

Buona la prova di Michael Jenkins, con lui tre vittorie su tre per i biancorossi, ma è la vittoria del gruppo e di Vincenzo Esposito, vero valore aggiunto della squadra biancorossa. Deludenti invece i giocatori di Di Carlo, con i soli Archie e Stojoanovic a raggiungere la sufficienza.

Esposito parte con Moore, Petteway, Jenkins, Boothe e Crosariol, mentre siciliani schierano Ivanovic, Diener, Stojanovic, Archie e Delas. Parte forte Capo con un parziale di 0-6, ma Petteway e Moore rintuzzano immediatamente lo strappo, con il punteggio sul 5-6 dopo quattro minuti; gli ospiti hanno la mano calda ed una tripla di Stipcevic costringe Esposito al primo time out, con i siciliani avanti 5-13. La gara è molto combattuta, ma i toscani sono bravi a chiudere il periodo dominato dai siciliani, sotto solamente di tre lunghezze.

Pistoia è assolutamente in partita e trova il primo vantaggio dopo due minuti, grazie ad un canestro di Boothe su magia di Crosariol. La prima tripla di Jenkins ed un contropiede di Lombardi permettono a Pistoia di scappare sul 27-19, ma gli isolani sono bravi ad avvicinarsi subito e dopo otto minuti il punteggio è sul 29-28. Ci pensa un ispiratissimo Petteway con due triple consecutive, a permettere ai biancorossi di chiudere il periodo avanti di sette lunghezze. Alla pausa lunga la valutazione è di 40 a 39 per i siciliani, che tirano 11 liberi, contro nessuno dei pistoiesi.

Ottima partenza dei toscani nel terzo periodo, con due triple di Jenkins e Lombardi ed i biancorossi che toccano il massimo vantaggio sul 45-32 dopo tre minuti; con una bomba di Boothe i toscani arrivano anche al +15, ma anche la Betaland migliora le percentuali dalla lunga distanza e si avvicina sul sul 52-43 dopo sette minuti. Petteway commette il suo quarto fallo, ma il periodo si chiude con Pistoia avanti di dodici lunghezze.

La squadra di Esposito gioca un ottimo basket e con un canestro da sotto di Crosariol allunga decisamente sul 65-48 dopo quasi quattro minuti di gioco e Di Carlo costretto al time out. Pistoia intravede la possibiltà di ribaltare la differenza canestri, ma arrivata sul +19 commette una serie di errori grossolani in attacco e Diener, con cinque punti consecutivi, avvicina la sua squadra sul 69-57 a “47 dalla fine. Tre liberi di Jenkins ed un personale di Antonutti riportano i biancorossi sopra di 16 lunghezze, ma è Tepic a segnare da sotto il 73-59 a “17 dalla fine. E’ Jenkins dalla lunetta a regalare anche la differenza canestri ai toscani, con l’errore di Diner sulla sirena.

MVP: Michael Jenkins, 14 unti in 27 minuti, 3/7 al tiro, 5/5 ai liberi, 4 rimbalzi, 4 falli subiti e 17 di valutazione.

The Flexx Pistoia -Betaland Capo d’Orlando 75-59 (14-17 / 39-32 / 57-45)

The Flexx Pistoia: Moore (9), Petteway (16), Jenkins (14), Crosariol (8), Antonutti (5), Okereafor (0), Lombardi (10), Boothe (9), Magro (4), Solazzi (0). All. Vincenzo Esposito

Betaland Capo d’Orlando: Tepic (6), Iannuzzi (0), Laquintana (2), Nicevic (0), Delas (11), Diener (11), Archie (15), Stojanovic (7), Ivanovic (7), Berzins ne. All. Gennaro Di Carlo