Pianigiani: “Solidi e con un’anima. Quello che volevo”

Coach Simone Pianigiani sulla vittoria contro Trento nella semifinale di Supercoppa: “Abbiamo giocato una partita solida. Siamo completamente nuovi e volevamo fate una partita significativa rispetto a dove vogliamo arrivare. Abbiamo superato le trappole difensive di Trento, una squadra che sa metterti in difficoltà. Invece abbiamo tenuto in difesa e a rimbalzo, i lunghi hanno fatto movimento e creato spazi per le nostre punte. Il ritmo è stato quello che volevamo noi, abbiamo sempre guidato ora sono curioso di vedere dopo questo sforzo cosa faremo domani. Volevano vedere un’anima difensiva e l’abbiamo vista”.

Su Gudaitis – “Fa parte del progetto, doveva scoprire un mondo diverso, ma devo dire che ha recepito quello che volevamo fare. Abbiamo costretto con il lavoro dei lunghi Trento a venirci dietro. E’ stata una partita buona. Ci sono tanti dettagli da sistemare ma se l’atteggjamento è questo il percorso che intendiamo fare, possiamo farlo. Ma tutti i lunghi hanno fatto quello che avevamo chiesto. L’energia è stata positiva”.

Su Goudelock – “Ha messo energia, ha preso cinque rimbalzi, si è sacrificato, e poi in attacco deve cogliere le situazioni in cui può dare qualcosa in più. Stasera poteva mettere una tripla in più e chiudere la partita o due tiri da due in meno, perché alcuni erano davvero difficili. Ma la sostanza complessiva è la cosa migliore. Tutte le nostre guardie sono state solide. Bertans ad esempio è stato molto pulito e lui con Micov ci ha dato equilibrio, mentre Goudelock e Theodore hanno dato sostanza”.

Su M’Baye – “Viene da situazioni in cui era abituato ad avere tanti palloni, non solo a Brindisi ma anche prima in Giappone, e qui invece deve aprire il campo perché mettere palla in terra per un 4 in EuroLeague non è facile. Non deve snaturarsi ma si sta adeguando bene. Però vale per tutti. La disponibilità è necessaria per costruire quello che vogliamo. Fino a febbraio avremo ricadute ma volevamo ripartire da qui e le caratteristiche di difesa e solidità che ha Trento ci hanno messo alla prova. Noi in questo momento mentalmente dobbiamo spendere di più perché non ci conosciamo ma almeno stasera l’abbiamo fatto bene”.