Pesaro chiude quarta nel 1° Torneo Sutor Special Club

La Vuelle Pesaro si presenta in campo con Hamilton, Cavaliero, Barbour, Mack e Crosariol. Rispondono gli Skyliners di Francoforte con Jones A., Robertson, Jones J., Dowell e Nolte.

Inizio in sordina per la finale terzo e quarto posto del 1° Torneo Sutor Special Club nel deserto Pala Rossini. 7-1 nei primi 4 minuti con tanti tiri sbagliati ed i soli Mack e Barbour a dare segnali incoraggianti per Ticchi. Mack riesce anche nell’impresa di farsi fischiare un fallo antisportivo dopo appena 2’ per un gomito troppo alto. Inizia a macinare gioco Pesaro, con un bell’alley oop di Cavaliero per Crosariol, e il solito Barbour mortifero da dietro l’arco dei tre punti. Il primo quarto si chiude sul 16 a 5 con 6 punti di Barbour e Crosariol con 5 rimbalzi e 2 stoppate date.

Il secondo quarto si apre con un parziale di 7 a 0 per Francoforte, nell’insolita tenuta Viola, agevolata anche dalla presenza in campo delle seconde linee della squadra marchigiana. A 7’15” dal suono della sirena, fallo tecnico fischiato ai danni di Konstantin Klein per una protesta eccessiva nei confronti dell’arbitro Ramilli.  Si va al riposo lungo con la Pesaro avanti di 13 punti (33-20). Solita partenza lenta per gli uomini di Ticchi, che subiscono un parziale di 14-3 con un Crosariol nervoso e svogliato, prontamente sostituito con Mack. Nei tedeschi i più attivi risultano Robertson Quantez  e Barthel Danilo.  Cavaliero e compangi provano a tornare a controllare al gara, ma l’alchimia è ancora lontana, i giochi non riescono bene. Crescono le palle perse e i tiri difficili e senza ritmo. A 10’ dalla fine della gara si chiude suò 46 a 41.

L’ultima frazione si apre con due triple a segno di Francoforte con Robertson e Wright, che danno il vantaggio per 47-46.  La terna in arancione permette contatti forse al di la di quello che prevederebbe il regolamento, e questo fa alzare la tensione di un match comunque corretto. Bel gioco a due tra Marigney che serve sotto canestro Amoroso per il controsorpasso. Un gioco da 3 punti di Jones che subisce fallo da Mack porta il vantaggio per i viola a +4.  Hamilton con una tripla dall’angolo riporta sotto i suoi, ma il solito Robertson, ricaccia indietro i marchigiani con 5 punti in fila. Sono Barbour e Cavaliero a tenere a galla Pesaro, e una tripla di Marigney costringe Muli Katzurin, coach degli Skylkiners a chiamare time-out. Cavaliero pareggia sul 68 pari a 27 secondi dalla fine. Robertson sbaglia da 3 punti dall’angolo, ma Amoroso che si trovava sulla traiettoria del rimbalzo non riesce a controllare la palla che finisce sul fondo. Dopo il time-out tedesco, tiro immediato da 2 punti di Dowell che sbaglia ma prende il rimbalzo e serve Klein che segna dal pitturato a 4” dal termine. Time out pesarese che disegna uno schema per liberare Valerio Amoroso che si alza da 7 metri e scheggia il ferro. Si chiude la gara sul 70-68.

Pesaro, a 7 giorni dall’inizio del campionato ha palesato di aver bisogno di molto lavoro in palestra, in quanto il gioco stenta a decollare, e i giocatori non sono ancora una Squadra. Gli unici ad aver disputato una buona gara, tra i biancorossi, sono stati Cavaliero e Babour.

Vuelle Pesaro – Fraport Skyliners 68 – 70 (16-5, 33-20, 46-41)

Pesaro: Traini , Cavaliero 11, Marigney 9, Amoroso 9, Crosariol 4, Barbour 14, Flamini , Mack 9, Ancellotti n.e., Amici 2, Hamilton 10.
Fraport: Wright 9, Klein 10, Jones A. 4, Dowell 10, Jones J. 15, Nolte 3,  Voigtmann 1, Barthel 8, Robertson 10.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata