Pesaro-Caserta: gara della riscossa per entrambe

Domenica sera alle 18:15  sulle tavole del Bpa Palas di Pesaro andrà in scena la partita tra i padroni di casa della Scavolini Siviglia ed i campani della Otto Caserta. La partita è molto sentita dalle due tifoserie, grande la rivalità tra i fans biancorossi adriatici ed gli appassionati bianconeri di Terra di Lavoro. La partita è stata una grande classica del nostro basket tra la fine degli anni ottanta ed gli inizi degli anni novanta: a testimonianza di ciò basta indicare due precise date. Nell’anno 89/90 anno del secondo scudetto pesarese la Scavolini Pesaro sconfisse nella serie di semifinale alla terza gara nel hangar di viale dei partigiani la Phonola Caserta, mentre la stagione  successiva nel 90/91, anno dello scudetto casertano, i bianconeri di coach Marcelletti batterono nella serie dei quarti di finale nello spareggio di gara tre al PalaMaggiò la Vuelle pesarese. L’incontro di questa domenica ha una posta in palio decisamente minore, ma sarà sicuramente la gara del riscatto per le due formazioni. Infatti sia la squadra di Dal Monte, che quella di Sacripanti sono reduce da una sconfitta in campionato. Per la Scavolini Siviglia , che occupa la sesta posizione l’ottava posizione in classifica a quota 22 punti con Varese, la vittoria sarebbe fondamentale per rilanciare le proprie ambizioni di post-season, e ritornare al successo dopo la vittoria del primo turno di ritorno in casa contro Biella. Infatti i pesaresi da quel momento non hanno più vinto: complice il calendario (hanno riposato nel terzo turno), la sorte (la gara del quarto turno interna contro Cantù è stata rinviata), ed infine la doppia sconfitta esterna di Milano e quella molto pesante di Domenica scorsa contro la Reyer Venezia. Invece, Caserta, a quota 18 punti in classifica, può ritenersi per il momento tranquilla nella lotta salvezza visto gli otto punti di vantaggio sull’ultima in classifica Casale ed il 2-0 negli scontri diretti contro i piemontesi, ma per cercare l’ultimo tentativo di colpo di reni verso la zona play-off i bianconeri devono tentare obbligatoriamente di vincere in quel di Pesaro. Infatti la sconfitta interna dei casertani contro Varese nello scorso turno di campionato ha ridotto al lumicino le possibilità di inserirsi nella bagarre per i primi otto posti alla truppa di coach Sacripanti.

Nella gara d’andata del sesto turno tra le due formazioni ebbe la meglio al PalaMaggiò la Scavolini Siviglia per 76-82, grazie ai 15 punti del play Hickmann ed i 14 realizzati da Dany Hackett. Nell’allora Caserta targata Pepsi mancava il lungo Stipanovic ed la guardia americana Rose, poi tagliata, fu autore di una scialba prova da zero punti in 18 minuti. La speranza di coach Sacripanti è quella di rivedere un Charlie Bell versione ultima gara contro Varese, quando la guardia ex Bucks finalmente in un buon stato di forma (d’altronde Bell non giocava da 11 mesi prima dell’arrivo in Campania) ha sciorinato una prova da ben 31 punti: sicuramente questo Bell sarebbe una bella aggiunta rispetto il Rose della gara d’andata.

La gara di Domenica sarà anche quella dei grandi ex con dalla parte biancorossa Jumaine Jones, e nell’altra metà campo quella bianconera Andre Collins. Jumaine Jones (nella gara d’andata nel suo ritorno al PalaMaggiò, dopo le due stagioni consecutive in bianconero tra il 2009 ed il 2011, JJ realizzò 12 punti) e James White sono sicuramente gli osservati speciale della difesa casertana, e grande lavoro ci sarà per il mastino difensivo di Sacripanti il canadese Doonerkamp. L’altro ex Collins (la passata stagione in terra marchigiana) con l’ala forte Andre Smith, che prenderà confidenza con le tavole del Bpa Palas visto che la settimana prossima ci disputerà l’All Star Game, sono i due terminali offensivi bianconeri sui quali la difesa di Dal Monte dovrà fare maggiore attenzione

Il pronostico è tutto dalla parte degli adriatici per classifica alla mano, precedente dell’andata e visto che giocheranno sul campo amico, ma attenzione comunque all’ orgoglio dei  campani all’ultima chiamata per la rincorsa alla zona play-off.