Non basta Bamforth alla Dinamo, Venezia sbanca Sassari 84-92

Nel lunch match della 27.ma giornata di Legabasket i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia espugnano d’autorità il PalaSerradimigni per 84-92 continuando la corsa al primo posto della regular season, per il Banco di Sardegna Dinamo Sassari invece un brutto stop e una marcia per i playoff che si complica.
Match in equilibrio per 25′, poi la Reyer condotta da Stefano Tonut e Austin Daye dà il primo strappo alla partita per il 62-69 di fine terzo quarto. Ospiti che arrivano sul +11 con Peric, Sassari d’orgoglio prova a stare attaccata e Scott Bamforth (21 punti con 5/6 da tre alla fine) mette la tripla del -4 Dinamo a 2’08”. Ma nel momento decisivo, Venezia mette la freccia che risulta fatale alla Dinamo con Haynes e De Nicolao, Bramos dall’arco chiude i giochi per il 79-90 a 1’07”.

CRONACA_ Match che inizia con le marce alte e ottime %: per Sassari sono Bamforth e Jones a ispirare i compagni, dall’altra Daye e Watt, 21-20 dopo 8′, i canestri di Planinic e Biligha chiudono il primo quarto sul 23-22 a favore della Dinamo. Continua l’equilibrio del match, da una parte è continuamente Planinic a far male alla difesa oro-granata, 29-30 al 14′, mentre per la Reyer le transizioni di De Nicolao e Tonut provano a dare un piccolo strappo per gli ospiti con la tripla di Haynes ma un ispiratissimo Bamforth accorcia, 34-36 al 16′, time-out De Raffaele. Ancora Bamforth mette la sua terza tripla, ma dopo lo 0/2 di Polonara ai liberi, la Reyer con Daye e la bomba di Tonut dall’angolo si riporta sul +4, 37-41 dopo 18′ e stavolta è coach Markovski a chiamare time-out. Sassari reagisce con Hatcher e Bostic, Wattt segna il nuovo vantaggio ospite, poi Polonara in schiacciata solitaria mette il 43 pari di fine primo tempo.
Si torna in campo e l’equilibrio non si scrolla con la Dinamo ad agguantare sempre la Reyer, 57-57 al 26′. Tonut e Daye provano a dare una sterzata al 27′, Hatcher e Planinic provano a porre rimedio ma al 30′ è 62-69 con ½ di De Nicolao. Ultimo quarto, Peric mette il +11 e massimo vantaggio per la Reyer a 8’42” dalla fine. Hatcher e Spissu rispondono, ma Venezia continua il suo buon momento con la tripla di De Nicolao e il canestro di Haynes, 69-78 a 7’02”, time-out Markovski. Bostic dà il -7 Dinamo, ma Venezia con diversi recuperi con un ottimo Cerella, cerca di mettere la freccia con Haynes e dopo un antisportivo chiamato a Planinic, Watt che sbaglia prima i liberi, mette il +11, 71-82 a 4’18”, time-out De Raffaele. Un fallo antisportivo chiamato a Daye dà una piccola sveglia a Sassari che con Bostic e una schiacciata di Polonara si riporta a -7 a 3′ dalla fine, Biligha con ½ ai liberi dà il +8 reyerino a 2’41” dal termine, Markovski chiama time-out. Continua il buonissimo momento del Banco che con Scott Bamforth trova la tripla del -4 a 2’08”, 79-83, time-out De Raffaele. I liberi di De Nicolao e Haynes danno il +6 veneziano a 51”, poi la Reyer decide di portarla a casa con la difesa di De Nicolao su Polonara trovando la schiacciata solitaria di Haynes, ma è soprattutto Bramos con la tripla del 79-90 a chiudere di fatto il match a 1’07”. Sassari si arrende, la tripla di Spissu serve solo per le statistiche. Finisce 84-92.

MVP BasketItaly.it: MarQuez Haynes.

Banco Di Sardegna Dinamo Sassari – Umana Reyer Venezia 84–92 (23-22; 43-43; 62-69)

Sassari: Spissu 8, Bostic 8, Bamforth 21, Planinic 12, Devecchi, Pierre, Jones 6, Stipcevic 13, Hatcher 9, Polonara 7, Picarelli ne, Tavernari. Coach: Zare Markovski.

Venezia: Haynes 18, Peric 8, Sosa, Bramos 6, Tonut 14, Daye 18, De Nicolao 8, Jenkins, Ress ne, Biligha 5, Cerella, Watt 15. Coach: Walter De Raffaele.

Arbitri: Saverio Lanzarini, Lorenzo Baldini e Valerio Grigioni.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata