Nic Moore è tornato! Brindisi ringrazia e apre la crisi della Virtus Bologna

Convincente prova della Happy Casa Brindisi, che davanti al proprio pubblico si toglie la soddisfazione di battere una Virtus Bologna in piena crisi. Mattatore della serata è certamente Nic Moore, che tornato a Brindisi, fa vedere perché era e sarà l’idolo del PalaPentassuglia. Non basta ai felsinei la grande prestazione del duo Aradori-Gentile, che combinano per 45 punti. Per brindisi è una vittoria che la rilancia in classifica, la Virtus invece arriva alla pausa delle nazionali con ben 4 sconfitte consecutive maturate negli ultimi minuti di gara.

E’ brindisi a fare la partita nei primo quarto, e grazie al tiro da tre e un Moore in stato di grazie chiude il primo quarto sul parziale di 24-17. Il secondo quarto non cambia padrone, con la compagine di casa che tenta l’allungo fino al +9, prima di un sussulto d’orgoglio di Gentile e compagni, che riescono a limitare il passivo e chiudere la frazione di gioco 34-29 a favore di Brindisi. Nel secondo tempo lo spartito della partita non cambia, Moore continua a dominare contro la difesa bianconera, con la Virtus che aggiusta le percentuali al tiro e con un grande finale di quarto riesce a mettere il naso d’avanti con la tripla allo scadere di Aradori, che porta Bologna avanti 58-56 a dieci minuti dalla sirena. Per la quarta volta consecutiva è fatale l’ultimo quarto per la Virtus, che arriva stanca per giocare gli ultimi e decisivi palloni: negli ultimi due minuti Brindisi tramuta due sanguinose palle perse da parte di bologna nell’allungo decisivo. Aradori riporta i suoi sul -1, ma Moore dalla lunetta chiude il match e apre definitivamente la crisi in casa bianconera.

HAPPY CASA BRINDISI – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 79-75 (18-17, 34-29; 56-58)
BRINDISI: Suggs 10; Tepic 10; Oleka 6; Mesicek 13; Cardillo 2; Sirakov NE; Moore 26; Canavesi NE; Giuri 4; Petracca NE; Lalanne 8; Randle 6. All. Dell’Agnello

VIRTUS: Gentile A. 20; Umeh 5; Pajola 0; Petrovic NE; Ndoja 10; Lafayette 5; Aradori 25; Chessari NE; Lawson 2; Slaughter 8. All. Ramagli