Montegranaro vs Sassari: il preview

Tutto pronto per la nuova porzione di incontri della seconda giornata del campionato 2012 2013 di LegaA, al PalaRossini di Ancona gli ospiti della Dinamo Banco di Sardegna Sassari sfideranno la loro bestia nera, i padroni di casa della Sutor Montegranaro.

Il perché si parli di bestia nera per la Dinamo è presto detto, Sassari ha battutto in tempi recenti nella sua storia, solo una volta i marchigiani e per altro nemmeno facilmente dato che fu un buzzer beater di Travis Diener a condannare la squadra giallo blu. Da quella partita, ultima sfida giocata in LegaA, sono cambiate molte cose, la Sutor si ritrova a vivere i problemi che in tempi non remoti ha vissuto anche Sassari, con la mancanza di un main sponsor che offra garanzie a tifosi e squadra a sovrastare ogni pensiero, nonostante comunque ci sia la concreta possibilità di un rinnovo della Fabi e anche l’interessamento di una coppia di nuove imprese locali disponibili a far proseguire con serenità la vita della compagine Marchigiana.
I Cambiamenti non riguardano solo l’asse societario ma anche naturalmente quello della squadra, la Dinamo ha cambiato solo tre uomini rispetto all’anno passato con l’inserimento di Ignerski, Thornton e Diliegro, mentre la Sutor partendo dallo staff tecnico, via Valli è arrivato Recalcati, ha in qualche modo rivoluzionato il roster, tenendo soltanto DiBella e Mazzola e con loro qualche giovane e costruendo una squadra fresca, che nonostante abbia riscosso qualche perplessità da parte dei tifosi (pochi gli abbonamenti) è stata capace all’esordio di battere Avellino guidata proprio da Valli, con una prestazione che ha messo in luce un collettivo e non le singole unità.
Come arriva Montegranaro: La Sutor si presenterà senza Andrews ancora ai box e avrà a disposizione uno Steele quasi completamente recuperato dalla distorsione al ginocchio patita prima del match contro Avellino; la settimana di allenamenti è stata l’occasione giusta per inserire pienamente nel gruppo Freimanis, che contro gli Irpini in 20 minuti di gioco è riuscito comunque a collezionare 13 punti.
Come arriva Sassari: la Dinamo nonostante i precedenti, viaggia sempre col sorriso verso Montegranaro, squadra con la quale ha esordito in LegaA due stagioni orsono, la settimana di allenamenti è andata piuttosto bene, riuscire ad allenarsi a ranghi compatti è stata una vera e propria notizia che, ha permesso alla squadra di cementare il gruppo da una parte e, facilitare lo sviluppo e comprensione degli schemi per i nuovi arrivati Thornton e Ignerski, che contro Biella non sono riusciti, causa più per l’emozione che per le capacità tecniche, ad incidere come potrebbero e vorrebero nelle gare.
La sfida: Montegranaro e Sassari sono di fatto due squadre simili, atletiche e capaci di folate offensive importanti, basate sulla velocità di gioco; le due chiavi tattiche più importanti sono lo scontro fra le due ali piccole e la sfida sotto canestro.
L’incrocio fra Thornton e Slay sarà una degli argomenti tattici della partita, nel ruolo di 3 Slay ha sicuramente una prestanza fisica maggiore, cosa che potrebbe permettergli un vantaggio in post basso sia nella fase offensiva che in quella difensiva, Thornton dalla sua ha sicuramente un esperienza maggiore che può permettergli di adattarsi ad ogni situazione di gioco e potrebbe sfruttare più libertà dall’arco dei 6.75 soprattutto se l’intesa con Travis Diener è continuata a crescere in questa settimana di allenamenti. Sotto canestro sarà chiamato ancora una volta ad una prestazione importante Tony Easley per Sassari, il centro americano ha giocato contro Biella una partita a due facce, con una rivoluzione nella seconda parte di gara che gli ha permesso di portare la Dinamo alla vittoria, in questa gara le sfide per lui saranno molteplici, è probabile che Mazzola lasci il posto in quintetto a Freimanis, il lettone arriva da una buona prestazione e rispetto ad Easley ha un fisico sicuramente più imponente con i suoi 210 cm per 106 kg, questo non gli impedisce di offrirsi come soluzione perimetrale nei giochi di attacco e sia Easley che Ignerski dovranno essere capaci di seguire anche fuori dall’arco il movimento del centro giallo-blu. Naturalmente i problemi non esistono solo per gli ospiti, i padroni di casa dovranno avere a che fare con quella che può essere considerata la coppia di esterni forse più intelligente del campionato, parliamo dei cugini Diener, con Travis che oltre ad aver segnato il buzzer beater della scorsa stagione, si presenta al PalaRossini come miglior assistman della lega (10 per lui contro Biella) e Drake che ha pienamente recuperato dal problema alla caviglia che lo affligeva e che gli ha comunque permesso di chiudere contro Biella con una doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi di cui 4 offensivi; doppio lavoro quindi per DiBella e Cinciarini, con Steele che potrà mettersi in mostra davanti al proprio pubblico, con l’intenzione di non ripetere la virgola del PalaDelMauro.
Sarà importante anche il ruolo della panchina, sezione nella quale probabilmente Sassari primeggia, capitan Vanuzzo ne ha messo 13 contro Biella e in totale Sassari ha avuto dalle riserve 22 punti dei 79 punti realizzati, mentre Montegranaro ha avuto si 20 punti dai suoi uomini, ma con una rotazione ridotta rispetto alla Dinamo, fattore che potrebbe condizionare le partite, per lo meno sino al rientro di Andrews.
Gli ingredienti per una gara accessa e piacevole ci sono tutti, l’appuntamento è al PalaRossini domani sabato 6 Ottobre 2012 per la palla a 2 delle 20:30 alzata dai signori Paternicò, Filippini e Caiazza, con la speranza per la Sutor di vedere una bella risposta del pubblico data la chiusura odierna della campagna abbonamenti, per i tifosi sardi invece sarà possibile seguire la diretta dell’incontro sulla rete locale VIDEOLINA  dopo l’Ok della Lega alla trasmissione delle gare di domani per le reti regionali.

La Sutor per esordire al meglio davanti ai propri tifosi.
La Dinamo per cancellare definitivamente un tabù

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata