Montegranaro attende Pistoia. Due squadre in salute per la notte di Santo Stefano

cincia-sutor-penetrazione

Si affrontano due squadre in salute, reduci da altrettante vittorie contro Brindisi e Venezia e appaiate in classifica ad 8 punti. Montegranaro contro Pistoia, una sfida fra 2 squadre partite con l’obiettivo salvezza e che sembravano destinate a darsi battaglia, per l’unico posto disponibile a rimanere in Paradiso. Oggi la classifica dice che le due formazioni hanno già alle spalle altre 2 squadre, Pesaro e Cremona e che forse le ambizioni possono essere diverse.

La Sutor veniva da una settimana tribolata, ma l’inaspettato colpaccio in terra pugliese ha rasserenato e ricaricato l’ambiente. Oggi il PalaSavelli “rischia” di essere tutto pieno, cosi come ha chiesto il dg Alessandro Santoro, nelle sue dichiarazioni dopo la vittoriosa gara di Brindisi. “La squadra e lo staff tecnico, unitamente a quello medico che pure porta il proprio importante contributo, ieri hanno dato ieri prova del loro grande valore di professionisti dello sport e di uomini veri in campo e fuori.
Sin dall’inizio del campionato, sia chi veniva dalla stagione precedente che i nuovi che sono arrivati, hanno dimostrato di amare la maglia che indossano e di essere consapevoli della storia che portano scritta sul loro petto con il nome Sutor. A volte è stato più facile per loro trasmetterlo all’esterno, altre volte meno. Ieri, in ogni caso, è stato lampante per tutti quanto sia grande il cuore e quanta sia la determinazione per andare oltre le difficoltà.
Per questi ragazzi, per quanti si stanno adoperando perché quello che è un particolare momento venga presto superato, con Pistoia è importante che ci sia un palasport pieno. A ogni tifoso affido un compito. Portate con voi un amico, ne basta uno, al palazzetto. Riempiamolo. Per questa Sutor, per questi ragazzi che avrebbero da condividere e suddividere la gioia di un PalaSavelli pieno.”

Coach Recalcati avrà a disposizione gli stessi uomini di Brindisi e nessuno rimpiange Mardy Collins; una volta ufficializzata la partenza dell’ex New York Knicks, la società vorrebbe tornare sul mercato per prendere un giocatore in grado di portare palla, per alleggerire il compito di Mayo in regia.

In terra di Toscana il Natale è filato via liscio; gli uomini di Paolo Moretti stanno vivendo il proprio momento migliore e la schiacciante vittoria contro Venezia ha contribuito ad alzare molto l’autostima di tutti.

Brad Wanamaker si sta dimostrando un play affidabile e, all’occorrenza, con punti nelle mani ed il suo cambio, Guido Meini, sta ritrovando la forma migliore, soprattutto difensivamente parlando. JaJuan Johnson è completamente ristabilito dal problema alla caviglia e si sta rivelando giocatore di altra categoria; la sua mano è morbidissima e il suo atletismo e fisicità lo rendono a tratti immarcabile. Pistoia deve trovare maggiore minutaggio di qualità da parte di Ricky Cortese, ancora troppo discontinuo, e da Gek Galanda, sempre alle prese con problemi fisici, che ne limitano la condizione e la presenza in campo.

Anche oggi, la squadra pistoiese, sarà seguita da un manipolo di stoici tifosi, che non faranno mancare il loro apporto nel giorno di Santo Stefano. Che la festa abbia inizio, ed a festeggiare siano i migliori.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *