Milano-Venezia: caccia al secondo posto!

Questa sera al Mediolanum Forum di Assago arriveranno i Campioni D’Italia della Reyer Venezia per una sfida ad alta quota nell’ultima giornata del girone di andata. Secondo incrocio in stagione, dopo la finale di Supercoppa disputata a Forlì. Entrambe qualificate alle Final Eight di Coppa Italia a Firenze ma con la posizione ancora da definire. Tanti gli ex di turno: Bruno Cerella (quest’anno in canotta granata, reduce da 4 stagioni in Lombardia), MarQuez Haynes (era nella squadra dell’Olimpia che avrebbe vinto lo scudetto nel 2014) e Marques Green (a Milano nella stagione 202/13).

UN PO’ DI NUMERI

Sono 87 i precedenti tra le ultime due squadre che abbiano vinto il titolo italiano. L’Olimpia ha un vantaggio netto nei confronti diretti, 68-19. A Milano il parziale è 40-3 in favore dell’Olimpia: la Reyer non vinceva in trasferta dal 2012/13, poi l’ha fatto in gara 1 della semifinale della stagione 2015/16 in cui le due squadre si sono misurate 10 volte, con bilancio di 8-2 in favore dell’Olimpia che comprende la semifinale di Supercoppa, il quarto di finale di Coppa Italia e la semifinale scudetto vinta 4-2 conquistando le ultime tre partite. Olimpia e Reyer si erano incontrate anche nei quarti dei playoffs del 2012 con vittoria 3-0 di Milano (in trasferta canestro risolutivo di Malik Hariston) e quest’anno nella finale di Supercoppa vinta dall’Olimpia 82-77 con 29 punti di Jordan Theodore, MVP della competizione. A Venezia, il bilancio è favorevole all’Olimpia 26-16.

Il Coach Walter De Raffaele: “Difficile trovare un punto debole ad una squadra con un roster così forte e di ben altra qualità. Noi dobbiamo continuare il nostro cammino e continuare a lavorare sapendo che sarà una partita difficile, contro i migliori. Sarà una sfida da vivere con la voglia di superarsi e di affrontare tanti giocatori importanti di altissimo livello.”

L’ex Bruno Cerella: “È emozionante per il rapporto speciale che ho avuto con la società e le persone di Milano. Sarà bello, ma al momento stesso strano. Sono quelle partite per le quali da una parte hai tanta voglia di giocare, per l’altra faresti a meno. Siamo due squadre al vertice e sarà una grande gara per entrambi i team.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *