Milano in missione a Siena per far dimenticare il passato

Domenica alle 20.30 andrà in scena l’ennesima sfida tra Siena e Milano, la terza solo quest’anno, ultima di una lunga serie negli ultimi anni. Fino alle scorse stagioni Siena è sempre parsa, e lo ha dimostrato con i risultati, un gradino più su di Milano, ma quest’anno sembra essere tutto molto più in discussione.

La Montepaschi ha sofferto spesso e ha perso già sei partite in campionato finora, l’ultima domenica scorsa, cosa inusuale nelle ultime stagioni. L’Armani di contro ha lasciato sul campo partite potenzialmente già vinte, ha passato un periodo di crisi ma si è ripresa alla grande ed è in un momento di fiducia sempre più in crescita, inoltre nelle sfide precedenti di quest’anno si è  dimostrata in grado di mettere in seria difficoltà gli avversari sensi e anche di batterli nella sfida d’andata. Pur essendo poco coretto per la diversità temporale tra le due sfide e strutturale delle due squadre nei due confronti precedenti; è vero che la vittoria in campionato milanese, di 7 punti alla fine, è sembrata essere più convincente di quanto quella senese in Coppa Italia, frutto più che altro di episodi, più o meno fortunati, nei secondi finali. Tutto questo non fa altro che alimentare una rivalità sportiva che negli ultimi anni anima sempre di più il nostro campionato, auguriamoci così di poterci gustare una partita vera, corretta e giocata dai giocatori, non inficiata da giudizi arbitrali dubbi o tali da poter generare polemiche, che un pubblico intelligente come quello del basket preferirebbe lasciare tranquillamente al modo del calcio.

Entrambi gli allenatori nelle dichiarazioni pre-partita cercano di sminuire l’importanza della sfida al di là dei due punti disponibili per la classifica anche se alla Montepaschi guadagnare  i due punti e staccare gli avversari diretti farebbe comodo e li manterrebbe tranquilli in testa al campionato, all’EA7 invece i due punti permetterebbero di accodarsi minacciosamente agli avversari forti anche di un doppio confronto favorevole.
Scariolo e la squadra vogliono dimostrare che le 21 sconfitte in campionato contro la Montepaschi fanno parte del passato, e ancor di più domani, in un campo caldo come Siena, ci sarà modo di farlo, restano attaccati e competitivi per tutto il match cercando di strappare quella vittoria che consacrerebbe la maturazione della squadra milanese.  

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata