Milano è campione d’Italia. Trento cede in gara 6

L’ha vinta puntando sulla differenza. Differenza sotto ogni punto di vista. L’Olimpia Milano dopo due stagione torna a essere la regina d’Italia. E’ un netto 71-96 a sancire la corsa scudetto contro Trento. Gara 6 è stata un totale dominio degli uomini di Pianigiani. Una partenza sprint e un primo tempo quasi perfetto, chiuso in vantaggio in doppia cifra. Una piccola fiammata dei padroni di casa alla ripresa con Gutierrez a caricare i suoi e accorciare fino alla singola cifra. Ma basta un amen per ristabilire il dislivello e Milano scappa. Scappa a tal punto che a quattro minuti dalla fine il divario è di venti lunghezze, che si fatto si mantengono fino alla fine. Gli ultimi tiri biancorossi hanno non solo gli occhi del pubblico seduto, ma anche quello dei giocatori della stessa Trento che ormai sa che non può fare più niente.

Trento, che dall’Eurocup non aveva mai perso in casa, lo fa nella gara più importante della sua stagione, quella che le avrebbe aperto le porte della finalissima in casa Milano. E’ apparsa subito una squadra un po’ contratta, forse stanca per le due esilaranti prestazioni precedenti e poi anche carica di falli (per gara 5 erano arrivati i complimenti della stessa Milano). Di fatto perde l’opportunità di alzare un importante trofeo.

Milano in gara 6 si affida a tutti e per poco anche Vecerina non prova l’emozione di calpestare un parquet così prezioso. Uomo partita ancora una volta Goudelock, in lacrime al termine del match: per lui si tratta della prima finale europea e la vittoria è il risultato più bello. Ora è festa. Festa biancorossa. Un meritato trofeo.

Trento – Milano: 71-96

Trento: Francke 2, Sutton 15, Silins 2, Musumeci ne, Forray 14, Flaccadori ne, Gutierrez 8, Lovisotto ne, Gomes 7, Hogue 9, Lechthaler, Shields 14. Alll. Buscaglia.

Milano: Goudelock 21, Micov 10, Vecerina, Pascolo ne, Tarczewsk6 2, Kuzminskas 15, Cinciarini 2, Cusin 1, Abass, Bertans 15, Gudaitis 14, Jerrels 12. All. Pianigiani.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *