Mapooro Cantù-BC Khimki, le dichiarazioni del dopo partita

Questo il commento alla vittoria contro il Khimki di un Andrea Trinchieri decisamente soddisfatto della reazione dei suoi: “Ho chiesto alla squadra di chiudere il gap contro il Khimki, che è una squadra davvero forte fisicamente e i miei giocatori lo hanno fatto con grande dedizione. Abbiamo giocato un’eccellente difesa a partire dal secondo quarto e l’attacco è cresciuto in qualità, meno palleggi e più passaggi e circolazione di palla. Era una partita fondamentale da vincere in questo girone ed ora siamo ancora vivi”.

 

Gli fa eco Maarty Leunen, tra i migliori in campo: “Era una partita stile ‘vivere o morire’ per noi e l’abbiamo portata a casa. Era il nostro obiettivo di stasera. Abbiamo giocato una grande partita difensiva ed è stata la chiave per battere una grande squadra. Abbiamo prodotto un grosso sforzo di squadra ed io ho trovato il mio ritmo. Sono molto felice per il successo e per la mia prestazione”.

Questo il commento, sull’altra sponda, di Andrija Gavrilovic, vice di coach Kurtinaitis oggi assente per un grave lutto familiare: “Avevamo preparato molto bene la partita perché sapevamo che giocare qui contro Cantù è molto difficile, per il pubblico e per la squadra. Giocano sempre con grande intensità. Dovevamo controllare il tempo-partita, ma dopo un buon inizio, quando loro hanno aumentato la pressione difensiva, non siamo stati capaci di dare la palla dentro. Nella ripresa abbiamo ricominciato con gli stessi errori, incapaci di muovere la palla e servire i nostri lunghi, per il 50% merito della difesa di Cantù e per l’altro 50% colpa del nostro pessimo attacco”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il centro della squadra russa, Kreso Loncar: “Non puoi pensare di vincere a Cantù a su qualsiasi campo di Eurolega segnando solo 54 punti. Loro hanno giocato bene in difesa, ma noi non abbiamo eseguito. Il nostro attacco non ha funzionato dal secondo quarto in poi. Abbiamo avuto pessime percentuali dall’arco e vincere così è davvero dura”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata