L’Olimpia caccia l’orgoglio e batte Siena, si va a Gara 5

Prova d’orgoglio dell’Olimpia Milano che non ci sta a capitolare e a permettere al MontePaschi Siena di alzare, dinanzi al suo pubblico, l’ennesimo scudetto consecutivo. La squadra di Sergio Scariolo ha messo in campo il bel gioco di sempre ma questa volta, seppur quasi mai in controllo della partita per i primi 20′, con una grinta raramente vista fino a questo momento. Milano è probabilmente l’unica squadra del nostro campionato a poter vantare una panchina così profonda e colma di giocatori in grado di poter dire la loro in qualsiasi momento della partita. Devastante la prestazione del giovanissimo Melli con 11 punti (2/3 da 3 punti) tutti arrivati in momenti topici della partita. La serie è dunque rimandata a Gara 5, in programma a Siena per domani 17 Giugno, prima di tornare (eventualmente) a Milano per Gara 6. I campioni d’Italia, mancato il primo match point, cercheranno di sfruttare al massimo l’occasione di trionfare avanti al caldo pubblico toscano chiudendo definitivamente i conti.

Cronaca
Il MontePaschi vuol subito indirizzare la partita verso la sua e l’inizio è di quelli promettenti con due bombe di Shaun Stonerook che valgono il +7 (3-10) dopo solo 3′ di gioco. L’attacco di Milano non vuole saperne di iniziare a girare e il giovane ed energico Melli prova a metterci una pezza con sei punti di fila che riportano l’EA7 sul 12-17 al minuto 8. Nel finale di quarto i campioni d’Italia scappano nuovamente chiudendo la frazione, addirittura sulla doppia cifra di vantaggio (12-24) in seguito alla bomba di Carraretto. Milano si affida ancora a Melli per risalire la china e il giovane lungo dell’Olimpia ripaga con altri cinque punti in sequenza di ottima fattura. Cook piazza che rimette a contatto Milano ma la classe di Lavrinovic consente agli ospiti di scavare nuovamente il solco e di rimettersi avanti 9 (26-35) al 17′. L’Emporio Armani non ci sta a far scappare via la squadra di Pianigiani e con la grinta di Mancinelli e la sostanza di Bremer va a riposo sul 33-37.

Dagli spogliatoi la squadra di Scariolo esce trasformata e con un parziale di 9-0 (12-0 se contiamo anche i tre punti messi in cascina prima dell’intervallo) impatta il risultato a quota 37 e trova addirittura il primo vantaggio della gara. Al 23′ il tabellone dice 44-37 e Simone Pianigiani decide che è meglio parlare con i suoi. Il gioco di Siena riprende e grazie ad un maggior coinvolgimento di David Andersen i campioni d’Italia ritrovano il feeling con la lunetta ma dall’altra parte una pimpante Milano non fa sconti e mantiene il vantaggio fino al 30′ (60-54). Mc Calleb apre le marcature nell’ultimo periodo ma l’Olimpia sforna tre bombe di fila, due di Gentile ed una di Mancinelli, che la proiettano sul +11 (69-58) al 32′. Qualche palla persa di Milano e il MontePaschi in un batter d’occhio torna a contatto con un parziale di 7-0 che rimette totalmente il risultato in bilico, 77-75 al 35′. Hairston e Bourissis allontano ma Siena non molla e con la bomba di Stonerook e il canestro da sotto di un immenso Lavrinovic si riporta sul -1 (84-83) al 39′. Il tempo è ormai agli sgoccioli e il fallo sistematico chiamato da Pianigiani non frutta i risultati sperati visto il 4/4 dei padroni di casa, con conseguente bomba sbagliata da Kaukenas. Milano ottiene la prima vittoria di questa serie con il punteggio di 88-83.

EA7 Milano – MontePaschi Siena 88-83 (12-24, 33-37, 60-54)

Milano: Mancinelli 17, Hairston 10, Fotsis 4, Cook 10, Rocca 2, Bourousis 19, Melli 11, Bremer 7, Gentile 6, Radosevic 2.
Siena: Mc Calebb 18, Zisis 7, Andersen 9, Carraretto 8, Lavrinovic 17, Kaukenas 6, Stonerook 11, Aradori 3, Mossn 4.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata