L’ex Silins non perdona, Trento travolge Reggio Emilia nel posticipo

Trento ritrova il sorriso, la Grissin Bon resta ancora a secco in campionato. Al PalaTrento i bianconeri esultano con le sei triple dell’ex Ojars Silins e un magistrale Toto Forray che non lasciano scampo ai reggiani, in partita solo per poco più di mezz’ora prima di cedere di schianto con il punteggio di 91-69.

Dopo un avvio equilibrato, Silins nel secondo quarto è micidiale dal perimetro e mette la firma sul primo allungo che permette a Trento di salire fino al 34-20. Gli uomini di Buscaglia attaccano agevolmente il ferro e trovano tanti rimbalzi difensivi (25) sfruttando le amnesie di Reggio Emilia, che ha un Markoishvili in difficoltà sul piano atletico e con l’ex Julian Wright troppo discontinuo; solo dopo l’intervallo lungo la Grissin Bon si risveglia e con un Mussini in grande spolvero si rimette in carreggiata fino al -6. Trento in un amen ritrova le proprie certezze con l’energia di Gutierrez e Sutton e torna a scavare un ampio margine grazie alle tre triple in fila di Forray e la quinta della gara di Silins (64-48). Reggio si riavvicina per l’ultima volta (69-60) trascinata da un coriaceo Nevels, ma le troppe palle perse (18) condizionano il match, Trento ne approfitta e con il 2+1 di Franke confeziona il break di 11-0 che chiude già la partita a cinque minuti dalla sirena.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 91-69 (15-15, 44-34, 64-55)
TRENTO: Franke 9, Sutton 8, Silins 20, Baldi Rossi, Forray 15, Flaccadori 7, Gutierrez 9, Conti, Gomes 7, Behanan 8, Lechtaler ne, Shields 8. All. Buscaglia.
REGGIO EMILIA: Mussini 18, Wright 11, Bonacini, Candi, Della Valle 11, Reynolds 11, Markoishvili 2, Cipolla ne, Nevels 11, Sané 2, De Vico 3. All. Menetti.