L’equilibrio si spezza, è la Dinamo ad avere più peso al PalaSerradimigni

Sono gli ultimi possessi a decidere la gara fra Sassari e Pistoia, i padroni di casa trovano nel finale maggiore lucidità rispetto agli ospiti, con il gioco in post basso di Savanovic e un ottimo Lacey, sempre decisivo nei momenti fondamentali della partita, in Casa The Flexx Crosariol è un gradino sopra i compagni, ma il suo quinto fallo indirizza i due punti verso il Banco.
La cronaca:
La gara parte subito con dei ritmi molto alti, Sassari prova a sfruttare i suoi esterni attaccando il canestro con Lacey molto coinvolto, Pistoia risponde con i suoi di esterni ma, Sassari regge sui cambi difensivi e dall’altra parte del campo arrivano due falli per Crosariol che complicano le rotazioni di Esposito, nonostante il centro azzurro stesse spingendo bene con il pick and roll in attacco, Pistoia si affida a Magro nel pitturato, insegue nel punteggio.
Pasquini sceglie Savanovic e il serbo di casa Dinamo mette subito in mostra il suo repertorio con un assist per Lacey che apre un parziale per Sassari, capace di portare la forbice del distacco in doppia cifra a 3’ dalla fine del primo quarto.
Il ritmo non si alza in chiusura di frazione e il primo riposo arriva sul 21-12 per Sassari.
Con Crosariol in campo Pistoia ha un altro tipo di gioco, il centro regge bene su Savanovic in post basso e apre il campo per i compagni in attacco, ma la The Flexx non è altrettanto performante lontano da canestro in difesa su Stipcevic e Sassari continua a comandare con un buon vantaggio, prima del -6 firmato Petteway.
La regia del croato non funziona per la Dinamo, merito anche del quintetto basso imposto da Esposito, con il solo Crosariol come lungo di ruolo, i Toscani ricuciono lo strappo sino al -1 facendo soffrire il Banco dal punto atletico e soltanto un’iniziativa di Lighty blocca un emorragia piuttosto importante. 31-28 a 4’ dalla pausa lunga.
Pasquini si adatta giocando con il doppio play, aumenta l’intensità difensiva con Bell e Stipcevic sul parquet e arriva subito il +4 firmato Lacey, Pistoia però non sembra accusare il colpo e il merito è ancora di Crosariol, che ingaggia un bel duello con Lawal nel pitturato e confeziona il gioco da 3 punti che mantiene a contatto la The Flexx, che gestisce bene i suoi falli per togliere tempo alla Dinamo in chiusura di quarto e va negli spogliatoi sul 40-42.

Il ritorno in campo delle squadre, vede tanti cambiamenti nei quintetti, Sassari parte con Lawal e Savanovic, Pistoia sacrifica Crosariol con Boothe da 5 e Antonutti da 4; questi assetti sembrano premiare i padroni di casa, che provano ad alzare il ritmo e trovano la testa della gara con il gioco da 3 punti di Bell; si va punto a punto, ma calano le azioni costruite e aumentano le iniziative personali, con Moore, Roberts e Lacey protagonisti.
Il match è molto fisico, Sassari coinvolge spesso Savanovic in attacco, che quando accoppiato con Boothe, costruisce sistematicamente un vantaggio, tanto da spingere Esposito a giocare con il doppio centro coinvolgendo Magro; Pistoia in attacco si affida a Petteway, ma soffre la presenza di Lawal a guardia del ferro biancoblu, che in 16 minuti di gioco colleziona 9 rimbalzi e 3 stoppate.
Sassari costruisce un piccolo margine in chiusura di quarto e la terza frazione si chiude sul 58-52.
La gara rimane molto fisica anche in apertura di ultimo quarto, Pasquini prova ad “appesantire” il suo quintetto con Lydeka e Sacchetti e le due triple del n°14 portano a 3 possessi il vantaggio Sassarese, Pistoia risponde con due alley oop guidati dalla regia di Moore e riesce ad evitare la fuga dei padroni di casa; le ultime mosse dei due coach sono quelle di rendere più atletico il quintetto in casa Sassari con Lawal, mentre Esposito usa Lombardi come cambio di ogni giocatore del quintetto a rotazione per far rifiatare i suoi.
Il n°11 è protagonista con una giocata importante, la stoppata su Lighty in contropiede, che evita il tracollo Pistoiese a 4’ dalla fine e che permette al solito Petteway di siglare il -7 sul ribaltamento del campo.
Lacey dimostra la sua crescita costante in attacco e tocca quota 20 personali, mentre Pistoia deve fare i conti con il quinto fallo di Crosariol, Boothe però non lo fa rimpiangere e pesca la tripla del -5 a 1’20” dalla fine, con Pistoia capace di toccare il -4 con Roberts dopo una gita in lunetta per Savanovic.
La The Flexx si affida al fallo sistematico per provare a ricucire lo strappo, ma non arrivano i canestri in attacco e Savanovic dalla lunetta chiude la gara, con Sassari capace di ribaltare anche la differenza canestri, 81-75 il finale.

Dinamo Sassari (Coach Pasquini)
Bell 11; Lacey 20, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 6, Lydeka 1, Savanovic 12 (10/10 ai liberi), Stipcevic 11, Lawal 10 + 10 rmb, Monaldi, Lighty 10, Ebeling Monaldi
The Flexx Pistoia: (Coach Esposito)
Petteway 24, Okereafor 4, Antonutti , Solazzi , Lombardi 2, Crosariol 17, Magro 1, Roberts 12, Moore 8, Boothe 7