L’EA7 Milano alla difficile trasferta di Kaunas

Al momento la trasferta lituana contro lo Zalgiris Kaunas è sicuramente la sfida più difficile per questa Olimpia che non riesce a brillare. Trasferta difficilissima contro una squadra imbattuta in

Europa dove ha sconfitto il Cedevita con ampio margine, il Caja Laboral in spagna, e i campioni d’Europa dell’Olympiakos al Pireo, squadra quindi temibilissima e in gran forma come confermato dalla vittoria contro il CSKA in VTB League.

 

L’Olimpia invece arriva da una situazione opposta, con un bilancio di 2-1 in Eurolega ( la bella vittoria contro l’Efes, contro il Cedevita a Zagabria e la sconfitta casalinga con gli spagnoli del Caja Laboral) e di 2-3 in campionato dove sono state particolarmente preoccupanti le sconfitte con Avellino e la clamorosa sconfitta casalinga con Reggio Emilia di domenica scorsa.

Lo Zalgiris si presenta con un roster profondo e competitivo, ricco di volti conosciuti al nostro campionato come gli ex senesi Lavrinovic e Kaukenas e l’ex milanese Jaaber.

Lo Zalgiris può contare su due playmaker molto forti in fase realizzativa come Lafayette (10 pt di media) e Popovic (14 pt e 53% da 3) sui quali Cook e Stipcevic dovranno fare molta attenzione. Nel ruolo di guardie troviamo l’eterno Kaukenas (10.7 pt) sempre pericoloso dall’arco dei 6,75 e il giovane Juskevicius, nel ruolo di play/guardia troviamo anche Jaaber capace di giocare in entrambe le posizioni. Tra le ali il più pericoloso è sicuramente Jankunas (10 pt di media) ma anche Dardern (8.3 pt e 68% da 2). tra i centri troviamo i gemelli Lavrinovic Darijus(9 pt e l’80% da 3) e Ksistof capace di giocare anche ala grande (6,7 pt e 3 rimbalzi di media) ma anche Jeff Foote capace di dare una mano in uscita dalla panchina grazie ai suoi 213 cm. Assente, come per tutto questo inizio di Eurolega, l’infortunato Javtokas.

L’Olimpia si presenta invece senza Basile a causa di un trauma distrattivo alla coscia destra che lo terrà fermo alcuni giorni, ma recupera Keith Langford, assente in campionato a causa di una distorsione alla caviglia.

Sfida molto difficile per i milanesi che dovranno essere costanti in difesa, soprattutto nel pitturato contro i gemelli Lavrinovic contro i quali è assolutamente necessaria la difesa di Hendrix (fin’ora deludente) e Bourousis (il più costante tra i milanesi). Molta attenzione servirà anche sugli esterni in particolare contro Kaukenas per quanto riguarda il tiro da 3 punti. Milano dovrà saper far valere il talento della coppia Langfort Hairston chiamati a una grande prova in attacco in particolare contro Kaukenas (che non può tenere il passo dell’americano ex maccabi). Attenzione anche al tiro pesante dei lunghi lituani.

Sfida nella quale sicuramente l’Olimpia parte sfavorita ma nella quale deve dare un segnale importante del proprio potenziale. Appuntamento alle 18.45 ora italiana per la palla a 2

Di seguito le dichiarazioni di coach Scariolo:

“Dobbiamo essere coscienti di andare a giocare sul campo di una delle migliori squadre d’Europa, forse la migliore al momento. Il loro organico, la qualità del gioco e i risultati parlano chiaro. Hanno vinto in trasferta contro Caja Laboral e Olympiakos, hanno battuto il CSKA. Giocheranno in una grande atmosfera, davanti a tifosi straordinari capaci di creare un grande clima per tutta la partita. Dovremo essere capaci di trasformare questi ostacoli in motivazioni, per essere competiti e concentrati, in grado di passare attraverso errori e difficoltà senza abbatterci. Dovremo sempre reagire con energia positiva.”

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata