L’EA7 Milano a Zagabria in cerca del riscatto!

È un’Olimpia che deve subito riscattarsi quella che domani alle 18.30 scenderà in campo a Zagabria contro il Cedevita. Bisogna subito voltare pagina, come ha detto Sergio Scariolo dopo la pesante sconfitta ad Avellino

, e non c’è miglior modo di farlo se non vincendo la prima trasferta europea contro la non irresistibile Zagabria reduce da una brutta sconfitta contro lo Zalgiris Kaunas.

Squadra giovane fondata solo nel 1991, il Cedevita Zagabria è alla prima partecipazione di sempre nella massima competizione europea anche se due anni fa partecipò alle final four di Eurocup tenutesi a Treviso. Il debutto è stata una pesante sconfitta a Kaunas per 90-62 che i giocatori vorranno sicuramente lasciarsi alle spalle. Conosciutissimo in Italia il playmaker della squadra croata ossia l’ex avellinese Marques Green, famoso per il suo talento da assistman (bella sfida con il milanese Omar Cook) ma anche da realizzatore come ben ricorderanno i tifosi milanesi in quanto storicamente ha sempre fatto bene contro l’Olimpia. Un altro ex “italiano” è Vlado Ilievski, playmaker ex Roma e Siena, con la quale vinse lo scudetto nel 2008.

I principali riferimenti offensivi di questa squadra sono la guardia Bracey Wright (15 punti contro lo Zalgiris ma con 1/7 da 3) e il francese Mickael Gelabale (16 punti con 7/8 da 2), nel pitturato invece si fanno valere il centro di 2.10 m Luksa Andric (8 punti), l’ala grande Suput(5 punti) e l’ex Siena Goran Suton (2 punti). Può fornire un contributo rilevante dalla panchina il giovane Luka Babic, ala classe 1991 capace di rendersi pericolosa.

Milano invece dopo l’ottimo debutto contro L’Efes è chiamata al bis in una partita dove parte favorita per il maggior talento di squadra ma dovrà stare molto attenta in difesa in particolare Cook su Green e Langford-Hairston sulla coppia Wright-Gelabale, difesa che spesso non è stata esaltante in questo inizio di stagione, in particolare in trasferta. In attacco come sempre sono attese buone prove da Langford e Hairston mentre sotto canestro dovranno far valere fisico e talento Bourousis(strepitoso all’esordio con 23 punti) e Hendrix (0 punti ma ottima prova difensiva).

Chiamato alla svolta anche il talentuoso Alessandro Gentile, fin qui protagonista di un inizio di stagione deludente ma con la scusante della condizione fisica scarsa dopo l’operazione alla spalla.

Si tratta di un ritorno in patria per Rok Stipcevic che non nasconde l’emozione del ritorno ma ben deciso a portare a casa la vittoria: “si tratta della mia prima partita in Croazia con una squadra straniera. E’ bello giocare in casa, rivedrò tanti amici, ma sono un professionista, gioco per MIlano e farò quanto possibile per aiutare milano a vincere la partita. Conosco tanti giocatori del Cedevita, alcuni sono miei compagni di nazionale ma sul campo non si guarda in faccia nessuno. Voglio vincere, loro faranno altrettanto”.

Chiama umiltà Sergio Scariolo nelle sue dichiarazioni pre-partita: “Abbiamo avuto un eccellente esordio in Eurolega contro l’Efes ma sappiamo che in un girone molto duro come il nostro ogni partita va affrontata con intensità, grinta e precisione per provare a vincerla. Giochiamo contro un avversario anch’esso in fase di costruzione, ma con giocatori di talento e allenato da un maestro come Bozidar Maljkovic. Dobbiamo prendere coscienza di come si deve giocare in trasferta ovvero con ambizione e umiltà, per poter essere sempre solidi e continui”.

Per conoscere tutti i roster dell’Eurolega consulta la nostra Guida.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata