L’EA7 in cerca di continuità ad Avellino

Per l’Olimpia di Sergio Scariolo trasferta su uno dei campi più caldi di tutta la Lega A contro l’Avellino di coah Valli che cercherà di compiere l’impresa davanti al pubblico di casa

 

L’Olimpia si presenta ad Avellino reduce da un’ottima vittoria in Eurolega contro l’Efes dove hanno brillato il talento di Bourousis e Langford chiamati a dare continuità anche in trasferta dove è già caduta sul campo di Bologna, con una opaca prova di squadra.

Milano si presenta al completo, con Langford pienamente recuperato dopo la distorsione alla caviglia e con il solo Gentile che pare ancora lontano dalla migliore condizione.

Avellino invece arriva alla sfida con assenze importanti come quelle di Hardy (ancora in attesa del passaporto congolese) e quella del centro Linton Johnson che ha avuto il permesso delle società per recarsi negli Stati Uniti a causa di problemi familiari. Assenza pesante sotto canestro dove quindi per Avellino sarà ancora più difficile difendere sul duo Bourousis-Hendrix che dovranno far valere la loro fisicità e rapidità. La Scandone dovrà quindi affidarsi al talento di Dragovic, reduce da un’ottima prestazione nella sconfitta con Varese (18pt e 13 rim.) che avrà il compito di attaccare la non eccellente difesa del centro greco, e alla vena realizzativa di Warren Chris(16 pt contro Varese).

Fondamentale sarà anche il contributo dalla panchina di Valerio Spinelli. Importante per la Scandone tenere basso il ritmo partita cercando di non far correre una squadra fisicamente molto più forte risparmiando energie che invece Milano sarà in grado di spendere grazie alla profondità del roster.

Milano per portare a casa questa partita, sulla carta facile, dovrà restare concentrata, sfruttare la fisicità dei suoi lunghi, e la capacità offensiva del duo Langfrod-Hairston che, sempre sulla carta, non dovrebbe avere rivali. Tenendo un ritmo di gioco elevato l’Olimpia potrà sfruttare la profondità della panchina sfruttando la grinta e l’energia della giovane coppia Melli-Gentile ma anche l’imprevedibilità e il tiro dell’eterno Gianluca Basile, chiamato a dare pericolosità sull’arco dei 6,75.

Sfida a senso unico sulla carta ma nel corso degli anni troppe volte Milano ha dimostrato scarsa continuità e concentrazione mancando troppo spesso partite in cui era ampiamente favorita. Coach Valli dovrà sperare proprio in questi cali di concentrazione che invece sarà compito di Scariolo evitare.

 

Le dichiarazioni di coach Scariolo prima della partita: “dobbiamo prepararci bene perchè andiamo a giocare contro una squadra atletica, con talento e davanti a un pubblico affezionato che crea un fattore campo reale. Sarà fondamentale per noi confermare i progressi evidenziati e correggere gli errori che abbiamo analizzato in allenamento, cercando di crescere ancora come compattezza, atteggiamento competitivo e nell’idea di giocare insieme”.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata