Con le unghie e con i denti Venezia piega Brindisi 76-71.

Nell’anticipo di mezzogiorno della 18.ma giornata di campionato l’Umana Reyer Venezia sconfigge l’Happy Casa Brindisi per 76-71 e momentaneamente raggiunge la testa della classifica occupata da Brescia impegnata alle 15:30 in casa contro Trento. Tanta sofferenza per gli uomini di De Raffaele nel portarla a casa contro una Happy Casa coriacea, match combattuto per tutti i 40 minuti con l’Umana Reyer a spuntarla solo nel finale grazie a difese decisive negli ultimi 3’08” di gara con la Stella del Sud a mettere a segno solo 3 punti. Non è bastata alla compagine di Vitucci la prova solida del pivot haitiano Cady Lalanne con 15 + 14 rimbalzi e le prestazioni dei buonissimi Blaz Mesicek e Milenko Tepic. Per Venezia 21+8 di Peric, 15 di Bramos. Per Austin Daye all’esordio in maglia oro-granata una prova non proprio da ricordare con 0 punti e 4 falli commessi.
Prossimo incontro per Brindisi sarà contro l’EA7 Emporio Armani Olimpia Milano domenica 11 Febbraio alle ore 17:00 al PalaPentassuglia. Venezia, invece, martedì per l’ultima giornata del girone C di Champions League sarà impegnata sempre al PalaTaliercio con inizio alle 18:30 contro gli spagnoli del Movistar Estudiantes, poi in campionato domenica 11 Febbraio alle 17:00 giocherà in casa della Vanoli Cremona.

CRONACA_ Per la Reyer c’è Austin Daye, fuori Michael Jenkins per il turnover fra gli americani. In avvio è ancora fase di studio con polveri bagnate da ambo le parti, Peric risponde a Tepic per il 5-4 dopo 4′. Ancora Tepic porta gli ospiti sul 5-6 al 6′, poi la Reyer con un’ottima difesa piazza un break di 13-2 con Peric sugli scudi per il 18-8 dopo 8′. Brindisi ci mette le pezze con le triple di Tepic e Mesicek, ma Peric è in ottima giornata e risponde per il 21-14 al 9′, il canestro di Giuri chiude il primo quarto sul 21-16. Biligha è ottimo in post ma l’Happy Casa con l’ottimo Mesicek non molla di un centimetro, 27-23 al 14′. Johnson e Peric tengono gli avversari a distanza di sicurezza nonostante per Brindisi si accenda Lalanne che fa soffrire e non poco Watt, Haynes mette il +6, 33-27 al 18′, time-out Vitucci. Brindisi, poggiandosi sul pivot haitiano Lalanne che sotto-canestro fa pentole e coperchi, resta dentro il match finendo il primo tempo sotto 36-33 con il canestro del serbo Tepic.
Si torna in campo e la Reyer sembra rimasta negli spogliatoi con Lalanne e Smith a riportare la testa avanti dal 5-6 per Brindisi, 36-37 al 21′. Venezia però si riprende subito con Haynes, Bramos e Peric per il 45-41 al 24′, ma la squadra pugliese con ordine e tenendo bene il campo restando a contatto con lo sloveno Mesicek. Peric è il continuo perno della Reyer in attacco e Johnson lo aiuta mettendo la tripla del 54-50 al 26′. Moore intelligentemente si guadagna liberi importanti per gli ospiti che non demordono affatto, 56-54 al 29′, time-out Venezia. Daye fa fatica a costruirsi tiri, ma la tripla di Johnson su assist del n°9 reyerino chiude il terzo periodo sul 59-54 a favore della Reyer. Ultimo quarto. La lotta tra le due squadre non cala di intensità con Brindisi che si porta sul -2 con Tepic, risponde la tripla Cerella. Daye non ingrana commettendo il suo 4° fallo personale uscendo dal match, ma Venezia a piccoli passi scava il solco con il solito Peric e un positivo Biligha portandosi sul 68-60 a 5’56” dalla fine, Vitucci chiama time-out. Bramos firma il +10 al 35′, ma la Stella del Sud non molla affatto con la coppia Moore – Smith mentre Venezia perde Peric per cinque falli commessi, 70-68 a 3’08” dalla fine, time-out chiesto da un arrabbiato De Raffaele. Watt mette il +4 a 2’49”, Johnson si guadagna due coppie di liberi facendo solo ¼, 73-68 a 1’44” dal termine. Brindisi ci prova con ½ ai liberi di Lalanne, Venezia però serra i ranghi con le difese di Bramos, Watt e Tonut e proprio il rimbalzo offensivo di quest’ultimo a 35” sul tiro da tre di Bramos sembra chiudere il match, time-out Vitucci a 25”80. Mesicek da sotto riporta la speranza per i biancazzurri a 22”, ma Venezia chiude il match con i liberi di Bramos e Watt. Finisce 76-71.

MVP BasketItaly.it: Hrvoje Peric

Umana Reyer Venezia – Happy Casa Brindisi 76-71 (21-16; 36-33; 59-54)

Venezia: Haynes 4, Peric 21, Johnson 11, Bramos 15, Tonut 4, Daye, De Nicolao 1, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 10, Cerella 3, Watt 7. Coach: Walter De Raffaele.

Brindisi: Suggs 5, Tepic 15, Oleka ne, Smith 8, Mesicek 16, Cardillo, Sirakov ne, Moore 10, Donzelli, Canavesi ne, Giuri 2, Lalanne 15. Coach: Francesco Vitucci.

Arbitri: Alessandro Vicino, Fabrizio Paglialunga e Nicola Ranaudo.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *