La The Flexx Pistoia gioca una grande partita e batte l’Umana Venezia

La The Flexx Pistoia gioca la gara perfetta, supera meritatamente e nettamente i campioni d’Italia dell’Umana Venezia e mette una seria ipoteca alla salvezza. La squadra di Vincenzo Esposito è partita con l’atteggiamento giusto, giocando un primo quarto impeccabile (33 a 7 la valutazione) e resistendo con grande caparbietà nel finale, quando i lagunari hanno ridotto il passivo dal -19 al -5. I toscani sono sempre stati avanti nel punteggio, giocando oltretutto senza gli infortunati Diawara (ernia e stagione finita) e Barbon. Strepitosa la prova di Tyrus McGee, autore di 29 punti e 30 di valutazione, ben coadiuvato in attacco da Ronald Moore e Deyan Ivanov, anche se è stato il collettivo a vincere la partita. Per Venezia ha mostrato il suo talento Austin Daye (18 punti in 23 minuti), con l’ex Michael Jenkins e Stefano Tonut, ultimi ad arrendersi.

Prima della gara si è tenuto un minuto di silenzio in ricordo di Marco Solfrini, recentemente scomparso. La The Flexx scende sul parquet con Moore, McGee, Gaspardo, Mian ed Ivanov, mentre l’Umana risponde con Haynes, Bramos, Jenkins, Peric e Watt. Ottima partenza dei toscani che dopo quattro minuti sono avanti 11-4, anche se Ivanov è costretto a sedersi in panchina dopo aver commesso il secondo fallo. Il primo quarto di Pistoia è spettacolare e con due triple di Della Rosa ed una schiacciata strepitosa di McGee chiude il primo quarto al massimo vantaggio. La The Flexx continua a giocare con grande energia anche nel secondo periodo, mentre le percentuali di Venezia sono disastrose; ci vuole una tripla dell’ex Jenkins per tenere i lagunari in partita, col punteggio di 34-21 a metà periodo. Pistoia raggiunge il massimo vantaggio sul 45-26 grazie ad una bomba di Mian, ma un parziale di 7-0 veneziano riapre la gara e porta l’Umana al riposo sotto di dodici punti.

Il parziale veneziano arriva sull’11-0, interrotto da una tripla di Ivanov, ma Pistoia non si siede ed una bomba di McGee fa esplodere il PalaCarrara e porta la The Flexx sul 53-37 dopo quattro minuti. La partita si scalda e dopo un tecnico fischiato ad Ivanov per aver incitato il pubblico, gli arbitri ne fischiano uno anche a Biligha dopo una schiacciata; i biancorossi continuano a giocare con una determinazione mai vista e dopo sette minuti è Vincenzo Esposito a chiamare time out dopo una bomba di Peric, sul punteggio di 60-45. Un incredibile canestro di McGee regala il nuovo massimo vantaggio a Pistoia sul 67-48 a due minuti dalla fine del periodo, che si chiude con la The Flexx in vantaggio di tredici punti, grazie alle due triple consecutive di Austin Daye.

Inizio di ultimo quarto caotico, con Venezia che compie il massimo sforzo per rientrare in partita e Pistoia che si difende con le unghie, con il punteggio sul 73-63 dopo quattro minuti. Con i biancorossi che trovano grosse difficoltà in attacco, è una tripla di McGee allo scadere dei 24 secondi a dare una boccata di ossigeno determinante alla squadra e punteggio sul 76-65 a 4’36” dal termine. Due canestri dalla lunga distanza di Jenkins e Daye avvicinano l’Umana sull’80-71 a 2’30” dal termine, ma sono due liberi di Ivanov a regalare nuova tranquillità ai biancorossi. Due bombe di Jenkins riportano i veneziani sull-82-77 a 1’13” dal termine, ma è una conclusione dalla lunga distanza di McGee, che rimbalza due volte sul ferro, a mettere la parola fine ad una gara bellissima, nonostante l’Umana ci provi fino al termine.

MVP: Tyrus McGee, 29 punti in 32 minuti, 11/14 al tiro, 6 rimbalzi e 30 di valutazione.

The Flexx Pistoia -Umana Reyer Venezia 93-83 (27-13 / 45-33 / 70-57)

The Flexx Pistoia: Moore (17), Ivanov (18), Magro (7), Gaspardo (4), Mian (7), McGee (29), Bond (0), Laquintana (5), Onuoha ne, Del Chiaro ne, Della Rosa (6), Querci ne. All. Vincenzo Esposito

Umana Reyer Venezia: Haynes (7), Peric (11), Jenkins (14), Bramos (3), Tonut (13), De Nicolao (4), Sosa (0), Cerella ne, Biligha (4), Ress ne,Watt (9), Daye (18). All. Valter De Raffaele

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *